Commenta per primo

Festa salvezza per i soliti pochi intimi, nonostante i biglietti a tre euro. Debutta, fra i pali del Pavia, Umberto Previti, celebrato dalla presenza di cotanto padre in tribuna d'onore. Primo tempo con qualche spunto interessante dei 22 volenterosi in campo con menzione d'onore per un'azione davvero armoniosa del Pavia che porta Ferrini al tiro, respinto di piede in angolo da Tozzo. Finale di tempo più favorevole agli ospiti che sfiorano due volte il vantaggio e si vedono annullare un gol del centravanti De Sena. La ripresa offre lo spettacolo dei goal, assente nella prima parte: al 48' vantaggio pavese con splendida rete al volo del ventenne Nicolò Romero, al suo primo sigillo in Lega Pro. Al 55' pareggio del Portogruaro con Cunico su rigore (la cui definizione oscilla tra generoso e inesistente). Gli ospiti ribaltano del tutto la situazione al 58' con Altinier che, dopo una mischia in area e un paio di grandi interventi di Previti, segna a porta vuota da pochi passi in sospetto offside. Terza rete granata al 63' con il terzino sinistro Pondaco che anticipa con un pallonetto l'uscita disperata di Previti. Il Pavia accorcia al 70' con il neo entrato Mangiarotti che insacca da pochi passi dopo una respinta corta di Tozzo. I 22, un po' meno volenterosi, decidono che va bene così. Vince il Portogruaro 3-2, ma non basta ad evitare i play-out per la concomitante vittoria del Como.

PAVIA

L'allenatore del Pavia, Giorgio Roselli: ‘Sono molto contento perché queste sono partite, al di là del risultato, che possono farti fare brutta figura, anche considerando la pausa di 15 giorni dato il riposo. L'avevamo incanalata bene col gol di Romero, poi rigore che non c'era e secondo goal in fuorigioco hanno indirizzato la partita a loro favore. I 23 punti dell'andata e i 17 del ritorno non costituiscono una differenza sostanziale tra i due gironi. Posso ritenermi soddisfatto. Questi ragazzi sono stati straordinari perché hanno saputo trovare tre vittorie fondamentali con Como, Cremonese e Reggiana nei momenti di maggiore difficoltà. Difficile immaginare il prossimo campionato senza retrocessioni, davvero prematuro parlarne. Il mio futuro, anche se nel calcio può sempre succedere di tutto, credo che sarà ancora qui, anche perché ho un contratto fino a giugno 2014'.

PORTOGRUARO

L'allenatore del Portogruaro, Armando Madonna: 'Abbiamo fatto il risultato che dovevamo. Purtroppo dovevamo sperare in qualche passo falso degli altri perché abbiamo buttato punti nelle partite precedenti. Ora ce la giocheremo con la Tritium e vedremo di prepararla al meglio consapevoli che si parte dallo 0-0. Noi avevamo qualche motivazione in più, ma comunque il Pavia ha fatto la sua partita con serenità. Siamo stati bravi a reagire dopo il loro vantaggio. Per oggi va bene così, ora sotto coi play-off'.