Commenta per primo

Quarta partita giocata, ma ancora zero punti per la Pro Patria. Allo stadio Carlo Speroni di Busto Arsizio, i padroni di casa giocano meglio per gran parte dell'incontro, ma alla fine a prevalere è l'AlbinoLeffe di mister Madonna. Nella prima frazione di gioco, i locali hanno più di un'occasione per passare in vantaggio, ma Offredi è bravo a negare la gioia del gol a Giannone prima e a Bruccini poi. Al 58' l'AlbinoLeffe passa in vantaggio: sugli sviluppi di un calcio di punizione, Girasole risolve un batti e ribatti in area con un colpo di testa in pallonetto che batte Messina. La Pro Patria si riversa in avanti alla ricerca del meritato pareggio, ma a pochi minuti dal novantesimo è Viola, subentrato a Cissè, ad andare vicino al raddoppio per gli ospiti. Adesso due settimane di riposo dal campionato, importanti per entrambe le squadre, ma soprattutto per i bustocchi che dovranno riorganizzare le idee e cercare di reagire a questo brutto inizio.

PRO PATRIA

L'allenatore della Pro Patria, Alberto Colombo: 'Non posso rimproverare niente ai ragazzi, loro hanno dato il massimo. Purtroppo, però, ancora una volta usciamo a mani vuote dal campo. Abbiamo tutti i margini per cominciare a fare bene anche dal punto di vista dei risultati, ma dobbiamo riuscire a concedere sempre meno agli avversari e sfruttare le occasioni a nostro favore essendo più cattivi sotto porta'.

ALBINOLEFFE

Il tecnico dell'Albinoleffe, Armando Madonna: 'E' stata una gara molto difficile. Complimenti alla Pro Patria perché ci ha sempre dato fastidio e si può dire che delle quattro partite che abbiamo giocato, questa è stata la più sofferta. Nel calcio la cosa più importante è il risultato, quindi torniamo a casa contenti per i tre punti. Queste prime partite non sono ancora decisive e, soprattutto, ancora non si può definire quali saranno le candidate alla promozione e quali alla retrocessione'.