Commenta per primo
Punta di amarezza e un pizzico di rimpianto per la Salernitana di mister Torrente, che pareggia in casa con il Cesena. Nel primo tempo i granata si rendono aggressivi e pericolosi davanti ad una delle "prime della classe", ma devono attendere il 32' per portarsi in vantaggio grazie alla rete di Bovo. Nella ripresa i padroni di casa tentano di allungare le distanze, ma l'ingenuità di Empereur permette a Ciano di pareggiare il conto. La Salernitana subisce un calo dovuto alla stanchezza, più volte rischia oltre al danno la beffa dalla compagine di Drago. Ma i campani difendono il risultato e l'1-1 finale consente loro di conquistare un punto utile sotto l'aspetto morale dopo tre sconfitte di fila.

SALERNITANA

Il presidente della Salernitana, Claudio Lotito: "La squadra ha dimostrato determinazione, sacrificio e spirito di gruppo. La struttura fisica del Cesena ci ha sovrastato, ma abbiamo avuto quattro occasioni nitide da gol. Nell'economia generale della gara e davanti a questa compagine, si può dire che abbiamo portato un punto a casa. Voglio ricordare che tra squalifiche e infortuni ci è andata bene. Schiavi? Purtroppo ne avrà per molto. Il rimpianto c'è perché potevamo vincerla, ma va bene lo stesso. Quello che manca è il pubblico: la squadra è di qualità, ma se i sostenitori avessero garantito un certo apporto sono sicuro sarebbe andata diversamente. Io ho preso l'impegno per fare una compagine di un certo tipo, il pubblico invece cosa ha fatto? Dovevano esserci diecimila abbonamenti, cosa che non è avvenuta. La presenza è un valore aggiunto nell'interesse del risultato, non della società. Accanimento arbitrale? Sono dell'idea che bisogna evitare i falli stupidi, certi errori i nostri ragazzi non li devono commettere visto che abbiamo già problemi di altro tipo. Dualismo Strakosha-Terracciano? E' l'allenatore a scegliere chi gioca".
L'allenatore della Salernitana, Vincenzo Torrente: "Abbiamo giocato contro una squadra forte, fisica, credo che ci sia stato un fallo su Empereur ma va bene così. Sono contento della prestazione, oggi è arrivato un risultato contro una grande compagine, c'è stata un’ottima prova di orgoglio. Abbiamo subito qualcosa sulle palle inattive, dopo un'ora e mezza siamo calati, ma non era facile contro una squadra che lotta per la promozione. Serviva un'altra prestazione positiva e un risultato che permettesse ai miei uomini di allenarsi con serenità: complimenti a loro! Troianiello? Ha fatto una buona partita: è in crescita, ha corso e ha attaccato la profondità. In ultimo era un po' stanco, ma sono soddisfatto della sua prestazione. Il pareggio? Per quello che hanno fatto vedere entrambe le squadre è un risultato giusto. Cambi? Ho inserito Perrulli perché Gabionetta mi ha chiesto la sostituzione, avevo a disposizione gli uomini per operare le modifiche. Schiavi? Quando si è fatto male ho inserito Franco, so che è andato in ospedale ma non ho ancora conoscenza delle sue condizioni".
 
CESENA

L'allenatore del Cesena, Massimo Drago: "Non abbiamo concesso niente alla Salernitana, non siamo stati timidi ma nel secondo tempo avremmo potuto fare di più, avendo fatto entrare giocatori più freschi e dinamici. Ciano? Lo alleno da quattro anni, ha influito anche la prestazione collettiva della squadra. Conosco il valore di ogni giocatore delle squadre di Serie B, quindi anche della Salernitana: i granata ad inizio stagione erano candidati a fare bene, poi hanno avuto problemi con gli infortuni. Se ritrovano la loro condizione possono fare sicuramente meglio. Sensi? E' un giocatore importante per la compagine, ci velocizza la manovra. La sua mancanza si sente, per martedì valutiamo tra domani e dopodomani le sue condizioni. In settimana si lavora per preparare al meglio la gara, oggi c'è un po' di rimpianto per com'è andata, ma ci accontentiamo perché sapevamo di affrontare una squadra difficile su di un campo ostico. La maturazione? Dobbiamo cercarla di settimana in settimana, il campionato è equilibrato e ci sarà da soffrire fino all'ultimo".