Commenta per primo
Il Sassuolo supera in casa per 3-2 il Milan di Inzaghi, grazie alla tripletta di uno stratosferico Berardi e a un gol fantasma. Dopo un inizio piatto e privo di emozioni, il Sassuolo passa in vantaggio al 13' grazie a un tiro dalla distanza di Berardi: Diego Lopez non trattiene e il pallone, carico di effetto, sembra superare la linea di porta. Per l'arbitro di porta Damato, accerchiato dalle proteste dei giocatori del Milan, è gol, ma l'episodio farà discutere senz'altro. Al 31' raddoppio del Sassuolo, ancora con Berardi, lanciato in porta da Missiroli. Trovatosi a tu per tu con Diego Lopez, l'attaccante neroverde perfora l'angolino con un diagonale imparabile d'esterno sinistro. Poco dopo, il Milan si sveglia e accorcia le distanze al 33' con uno splendido assolo di Bonaventura, concluso da un tiro di punta all'altezza dl dischetto che s'insacca in rete. L'occasione del pareggio arriva subito, al 36', quando Honda la piazza dal limite e, sulla respinta in tuffo di Consigli, Mattia Destro va in tap-in di testa, sfiorando il gol. Al 40' scambio notevole tra Biondini e Berardi sulla fascia destra, il centrocampista arriva a crossare forte in area per Sansone, ma l'esterno destro del Sassuolo è anticipato in angolo da Abate. Nella ripresa il Milan pareggia al 51' grazie a un colpo di testa di Alex, sugli sviluppi di un calcio d'angolo battuto da Suso, entrato in campo al posto di Abate. A interrompere il buon momento dei rossoneri, Guida sanziona l'espulsione di Bonaventura, al 57', per doppia ammonizione. Il Sassuolo allora prende coraggio e va vicinissimo al gol al 71', quando Berardi a due tre metri dalla porta, tutto solo, si lascia ipnotizzare da Diego Lopez, che si rifà così dopo la clamorosa papera del primo tempo. Al 78' si rinnova lo stesso duello, Berardi ancora solo a pochi passi da Diego Lopez, ma questa volta l'attaccante calabrese non sbaglia, sfruttando di prima il suggerimento involontario di Zaza a centro area. Nel finale, da segnalare la seconda espulsione della partita: Suso entra scomposto su Magnanelli, meritandosi il rosso diretto. Il Sassuolo batte come all'andata il Milan di Inzaghi, raggiungendo momentaneamente il Palermo a 43 punti e lasciando i rossoneri a 46.    

SASSUOLO

L'attaccante del Sassuolo, Antonio Floro Flores: "Salvarsi con quattro giornate d'anticipo è una bella cosa, ti permette di entrare in campo più sereno e di fare partite come queste. Oggi senza dubbio la vittoria è meritata. Berardi è cresciuto molto ultimamente, parlano i numeri. In più fa sempre la giocata efficace, mai fine a se stessa. Io spero tanto di rimanere in questo gruppo. Il mio futuro lo vedo qui, ma dipende dalla Società..".
MILAN

Il centrocampista del Milan, Andrea Poli: "L'arbitro Guida ha condizionato molto la partita, prima assegnando un gol che non c'era, poi espellendo troppo a cuor leggero Bonaventura. In quel momento avevamo l'inerzia dalla nostra, perché avevamo appena pareggiato. In 11 contro 11 sarebbe finita diversamente".