Commenta per primo
Un bel sole primaverile scalda la gara Siena e Brescia tra due squadre che per motivi diversi sono a caccia di punti importanti. All'inizio la gara vive attente fasi di studio: ci provano solo Spinazzola da una parte e Budel (che centra una clamorosa traversa) dall'altra. Al 43' il Siena la sblocca con Giacomazzi, di testa su cross di Pulzetti. Nel recupero di primo tempo veementi protesta lombarde per un contatto dubbio in area tra Ceccarelli e Benali. Nel secondo tempo Pulzetti emula il collega avversario, colpendo la stessa traversa con una gran destro. Al 62' Fabbrini propizia l'autogol di Scaglia, ed è 2-0. Un minuto dopo il Brescia accorcia le distanza con Benali e riapre il match. La gara vive su un sottile equilibrio, tra il Siena che prova a colpire in contropiede e il Brescia che tenta il massimo sforzo per equilibrare il match. In pratica però non succede più niente, e la squadra di Beretta centra la quarta vittoria nelle ultime cinque gare.

SIENA

Il centrocampista del Siena, Guillermo Giacomazzi: 'Sono contento per il gol ma anche per la prestazione della squadra che ha vinto una gara non facile contro un avversario di livello. Non guardiamo la classifica ma pensiamo alla prossima partita, come abbiamo sempre fatto'.
BRESCIA

L'allenatore del Brescia, Ivo Iaconi: 'Abbiamo creato qualche presupposto per segnare, contrastando una squadra molto forte. La squadra ha lottato fino alla fine, anche con un po' di confusione, ma ci sta dopo tante partite consecutive e con una condizione non ottimale di diversi giocatori. Caracciolo? Era a mezzo servizio perché ha preso una gomitata evidente, e che doveva essere sanzionata in modo diverso, come sul rigore. Ma la colpa del ko è anche nostra visto che dobbiamo essere più bravi in tante cose'.