Commenta per primo

Nell'anticipo di mezzogiorno del 'Franchi' Siena e Cagliari si trovano di fronte con opposte esigenze di classifica. I sardi, forti dei dieci punti di vantaggio sui bianconeri, lasciano i padroni di casa fare la partita, aspettando il momento giusto per ripartire. Intorno alla mezz'ora Pegolo si oppone da campione su Ibarbo, protagonista di un'azione eccezionale in velocità. Sestu invece ci prova da lontano ma la mira non è quella delle giornate migliori. Nella ripresa, al 62' Emerghara si divora il gol del vantaggio, colpendo debolmente davanti ad Agazzi. Il Siena ci prova, ma di tiri in porta se ne vedono davvero pochi. Lo 0-0 finale accontenta più gli ospiti, autori di una prestazione solida e senza sbavature, sbagliando nel finale solo l'ultimo passaggio per provare a fare propria l’intera posta.

SIENA

Il centrocampista del Siena, Alessio Sestu: 'Volevamo vincere, ma affrontavamo un'ottima squadra, che ha giocatori importanti e che gioca in modo molto attento e compatto. Ci abbiamo provato fino alla fine, ma oggi era davvero dura. La nostra caratteristica migliore non è fare gioco, lo sappiamo. Ma dovevamo stare attenti perché le ripartenze del Cagliari potevano farci molto male. Non lo butterei via questo punto. La sostituzione? Il mister ha provato a cambiare, con Rosina dietro a due attaccanti. Io sono contento dello spazio che sono riusciti a ritagliarmi. Il Genoa alla prossima? Siamo abituati a giocarci la partita dell'anno, per noi lo sono tutte'.

CAGLIARI

L'attaccante del Cagliari, Victor Ibarbo: ‘Sapevamo che la posta in palio era alta. Siamo contenti del punto, adesso pensiamo alla Fiorentina. Avremmo anche potuto vincerla, peccato'.