Commenta per primo

Partita fondamentale per il Milan, totalmente inutile per il Siena, che però schiera comunque la formazione 'migliore' per tenere testa ai rossoneri. Ospiti molto pericolosi, ma bianconeri che non stanno a guardare. Prima Bergonzi nega un rigore solare per una trattenuta di Ambrosini su Vitiello, poi Terzi al 26' mette alle spalle di Abbiati su cross di Rosina: 1-0. Balotelli però non ci sta e dopo una manciata di secondi colpisce di testa una clamorosa traversa. Milan che da quel momento presidia la metà campo avversaria e chiama Pegolo ad un paio di interventi importanti. Nella ripresa stesso copione, con Allegri che mette dentro El Shaarawy. Al 68' Milan in dieci per un doppio giallo a capitan Ambrosini. Lo segue un minuto dopo Terlizzi del Siena, anch'egli espulso da Bergonzi. Al minuto 84 rigore per il Milan, per un contatto dubbio tra Felipe (Iachini, che protesta platealmente, viene espulso) e Balotelli. Lo stesso numero 45 spiazza Pegolo, 1-1. Appena due minuti più tardi Mexes segna il gol che vale la Champions, battendo il portiere del Siena in due tempi.

SIENA

Il presidente del Siena, Massimo Mezzaroma: ‘Sono quasi contento di giocare la B, perché almeno certe cose non le vedremo più. È dal 21 aprile che ci va così: la serie A stasera ha visto una squadra che ha giocato onestamente, come sempre. Noi possiamo a andare a testa alta in giro, questo campionato ha dimostrato che non avremmo meritato la salvezza. Il Milan ha trovato tante difficoltà, e non aggiungo altro. I ragazzi stasera hanno giocato per il Siena, e non per la Fiorentina. Hanno voluto dimostrare che sono giocatori da A. Adesso dobbiamo cambiare rotta e provare a fare quello che non è stato fatto a Siena in dieci anni di A'. 

MILAN

Il difensore del Milan, Philippe Mexes: ‘Obiettivo raggiunto, siamo contenti anche se abbiamo dovuto soffrire molto oggi, contro una buona squadra. La partita era difficile ma lo sapevamo prima, come lo sono tutte in serie A. Non abbiamo mai mollato e il terzo posto credo che sia meritato. Siamo riusciti ad tornare competitivi'.