Commenta per primo

Finalmente Sorrento, finalmente vittoria. I padroni di casa sfatano il tabù casalingo
e consquistano l'accesso ai play-out condannando la Carrarese alla retrocessione. 
Nel primo tempo il Sorrento è aggressivo fin dal primo pallone giocabile: concede poco agli avversari e riparte in contropiede sfruttando la velocità sugli esterni di Corsetti e Tortolano. Al 15' minuto proprio da una conclusione di Tortolano nasce la prima occasione da gol per il Sorrento: passaggio di Arcuri, Tortolano aggancia, fa un doppio dribbling e calcia in port,a ma il tiro è debole. E' solo questione di minuti: il Sorrento infatti va in vantaggio al 29'. Azione corale, ancora passaggio per uno scatenato Tortolano che crossa sul secondo palo sul quale arriva il tap-in vincente di Corsetti. E' 1-0. La Nocerina accusa il colpo e non riesce a reagire affidandosi solo a qualche rara conclusione da posizioni impossibili. Al 45' il colpo che congela la gara. Errore difensivo della Nocerina che concede l'ennesima azione pericolosa a Tortolano, il quale entra in area e con altruismo serve Bernardo, lasciato colpevolmente solo, che a porta vuota fa 2-0. Finisce la prima parte di gara con il Sorrento che spera in una notizia buona da Carrara. Nel secondo tempo la Nocerina prova a reagire, gioca meglio, ma è imprecisa sotto porta. Il Sorrento invece si difende con ordine e riparte in contropiede. Al 65' arriva anche l'episodio che congela definitivamente la partita. Ennesimo errore difensivo che favorisce Guitto, il quale con un cross preciso serve Bernardo, solo ancora una volta a centro area, ed è 3-0. Il Sorrento da qui in poi si limita a controllare il match aspettando un gol del Latina contro la Carrarese. Gol che arriva negli ultimi 15 minuti, accompagnato dal boato dei tifosi. Dopo tre minuti di recupero l'arbitro fischia e dopo due minuti di attesa arriva la sentenza definitiva: a retocedere è la Carrarese e non il Sorrento. E' festa grande, ora rimane solo da superare l'ultimo ostacolo: il Prato.

SORRENTO

L'allenatore del Sorrento, Aldo Papagni: 'Abbiamo dato tutto per vincere. Spero di riuscire a manterene questa determinazione anche nelle ultime due gare. Noi oggi abbiamo ottenuto qualcosa di positivo, ma è un qualcosa che non è ancora il nostro obiettivo. Per ottenerlo dobbiamo battere il Prato'.

NOCERINA

L'allenatore della Nocerina, Gaetano Auteri: 'Abbiamo avuto poca intensità e poco carisma. Il Sorrento è stato più determinato: è una squadra devota al sacrificio. Ha vinto con merito, mentre noi con questa sconfitta abbiamo perso una posizione in classifica'.