Commenta per primo
Il Torino torna al successo casalingo a tre mesi di distanza: battuta l'Atalanta 2-1 grazie alle reti di Bruno Peres e Maxi Lopez, inutile la bellissima punizione di Cigarini. Ventura rinuncia ancora una volta a Maksimovic e Baselli, al loro posto Bovo e Obi; Reja, invece, sceglie il modulo ad un'unica punta, Pinilla, supportato da Conti, Kurtic e Gomez. I granata sembrano tonici, ma sono i bergamaschi a rendersi pericolosi: clamorosa l'occasione non sfruttata da Pinilla alla mezz'ora. Dopo la spavento, il Toro trova il vantaggio con Bruno Peres, bravo a inserirsi alle spalle di Dramè. Diciannove secondi della ripresa e arriva il raddoppio: Stendardo si addormenta, Maxi Lopez recupera palla e supera con un tocco sotto Sportiello. La partita si ravviva soltanto all'82', quando Cigarini pennella una punizione spettacolare. L'Atalanta preme, ma su una ripartenza De Roon stende Bruno Peres e finisce sotto la doccia in pieno recupero. Non c'è più tempo: il Toro raggiunge quota 39, la squadra di Reja esce sconfitta dopo due successi di fila.

TORINO

Il centrocampista del Torino, Joel Obi: "Sono contento di aver ritrovato un po' di continuità di prestazioni, nel girone di andata sono stato falcidiato dagli infortuni. Abbiamo sofferto troppo nel finale, purtroppo non riusciamo a chiudere le partite: cercheremo di migliorare sotto questo aspetto. Non ci accontentiamo di queste due vittorie consecutive, vogliamo arrivare più in alto in classifica. Futuro? Ho tre anni di contratto con questa società importante, mi vedo con la maglia granata anche il prossimo anno".
ATALANTA

Il centrocampista dell'Atalanta, Marco D'Alessandro: "Poteva finire in pareggio, nel primo tempo Pinilla ha sbagliato un'occasione e dovevamo partire molto meglio nella ripresa, quando abbiamo subito il raddoppio dopo appena 20 secondi. Abbiamo un buon margine sulla terzultima, siamo tranquilli ma dobbiamo aumentare questa distanza di sicurezza".