Commenta per primo
Un Trapani perfetto annienta il Modena (contestato dai propri tifosi a fine gara) con un perentorio 3-0 e regala alla tifoseria una salvezza che virtualmente è cosa fatta. Praticamente non c'è stata partita per l'avvio fulmineo dei granata, che hanno fatto intendere quali erano le loro intenzioni. Un Trapani che soprattutto nella prima mezz'ora ha deliziato la platea e ha praticamente messo nel cassetto la vittoria andando a segno per due volte. Sicuramente la miglior partita della cura Cosmi. Per la cronaca ,bomba di Falco dai venti metri al 6' ma la palla va fuori. Tre minuti dopo spettacolare rovesciata in area di Curiale con palla indirizzata in porta che incoccia sul corpo di un difensore ospite. Al 18' Falco a pochi metri dal limite dell'area si districa bene e fionda in porta di destro, il suo tiro abbastanza forte sfiora il palo alla destra di Pinsoglio. E' il preludio al gol che arriva al 20' su azione di corner. La palla viene battuta da Falco con l'incornata vincente di Ciaramitaro che porta in vantaggio i granata. Lo stadio è una bolgia. Al 23' il granata Falco si libera bene in area e viene messo giù, però per il direttore di gara è solo simulazione con conseguente ammonizione per il funambolico giocatore di casa. Al 28' il raddoppio. Magìa di Falco che imbecca in area Curiale, la cui bella girata fulminea non concede scampo al portiere ospite. Al 39' Trapani vicino alla terza marcatura: è Nadarevic che dal limite spara in porta con palla che va a battere sul palo alla destra di Pinsoglio. Nella ripresa la prima azione degna di questo nome è del Modena: al 74' Manfrin da fuori area riprende una corta respinta della difesa granata e manda in porta con palla che va a lato. Al 77' il Trapani sostituisce l'applauditissimo Barillà con Feola. Dopo qualche istante Scozzarella batte un calcio di punizione da posizione defilata sulla sinistra che si insacca a rientrare alle spalle di Pinsoglio ed è il 3-0. All'88' si vede il Modena con un tiro telefonato di Fedato che Gomis para a terra senza difficoltà. Non ci sono più emozioni se non quella del tripudio finale dello stadio Provinciale che applaude i propri beniamini. Cosmi per la felicità lancia la propria giacca ai tifosi della curva Nord. E' stato un Trapani ammirevole con tre giocatori su tutti: Falco direttore d'orchestra, Barillà infaticabile sulla fascia e Caldara impeccabile in difesa al suo rientro.

TRAPANI
 
L'allenatore del Trapani, Serse Cosmi: "In questa categoria è difficile vedere giocare una squadra come ha fatto la mia. Mi riferisco in particolare ai primi trenta minuti. Avevo chiesto determinate cose ai miei giocatori ma devo ammettere che oggi la squadra si è superata. I miei ragazzi sono andati oltre a quello che volevo e non posso fare altro che elogiarli, così come credo sia giusto ringraziare lo splendido pubblico trapanese che ci ha sostenuti dall'inizio alla fine. Essere allenatore di questo gruppo per me è sicuramente motivo d'orgoglio. Questa formazione per quanto ha fatto in casa sarebbe stata fra le prime quattro in campionato. Basta dir questo per indicare il valore di questo complesso. Adesso cercheremo di chiudere in bellezza il campionato. Nulla è precluso, a cominciare dalla gara di Avellino".
MODENA
 
L'allenatore del Modena, Mauro Melotti: "Non c'è stata partita da parte nostra. Abbiamo fatto brutta figura e chiediamo scusa ai nostri tifosi che sono fuori a protestare. Non c'è stato alcun approccio alla gara. La mia formazione ha sbagliato tutto. Lecchiamoci le ferite e pensiamo allo scontro di sabato nel quale ci giocheremo la salvezza".