Commenta per primo
L'Udinese torna a vincere e convincere, battendo un Milan senza idee e con la testa già a Madrid. Bianconeri subito aggressivi: al 4' è Pereyra ad approfittare di un incertezza di Zapata, arriva alla conclusione ma Abbiati si salva in angolo. Un minuto dopo la risposta del Milan con il colpo di testa di Pazzini ma il pallone è alto. Al 24' Di Natale riceve il cross di Widmer lo controlla e prova la conclusione potente ma la mira è imprecisa e il tiro finisce a lato. Al 32' grandissimo intervento di Scuffet che devia in angolo il tiro ravvicinato di Pazzini. In chiusura di prima frazione occasione per Totò, che servito da Allan in area, prova il diagonale che viene però deviato in angolo da Mexes. Inizio della seconda frazione con i rossoneri subito aggressivi: al 49' Robinho servito da Emanuelson prova l'imbeccata di testa ma si fa trovare ancora pronto Scuffet. Al 61' bella combinazione Widmer-Di Natale ma il tiro dell'attaccante napoletano è sbilenco. Entra Balotelli, ma il momento è favorevole ai friulani che al 67' trovano la rete: Pereyra si fa largo tra le maglie rossonere, serve l'accorrente Bruno Fernandes che mette rasoterra un pallone d'oro per Di Natale, il quale può festeggiare la sua rete numero 185 in serie A. Negli ultimi minuti c'è ancora il tempo per una cavalcata di Muriel, che trova pronto alla risposta Abbiati. Il Milan chiude con pochi brividi e l'Udinese può festeggiare il ritorno alla vittoria.

UDINESE

Il centrocampista dell'Udinese, Bruno Fernandes: 'Non vincevamo da un mese, siamo scesi in campo con la voglia di fare punti a tutti i costi. Come dice il mister dobbiamo avere sempre il coltello tra i denti. Forse è vero che sotto tensione diamo il meglio e riusciamo a trovare la forza per vincere le partite. Il Presidente è normale e giusto che ci abbia voluto parlare in questo momento e chiederci qualcosa in più. Totò ha fatto gol e spero lo convinca a rimanere qua ancora a lungo perchè è un giocatore importantissimo. Sono in una buona condizione di forma, ho avuto un calo soprattutto nella sfida contro il Torino, ma ho sempre sentito la fiducia del mister che quando mi vede bene mi fa giocar. Adesso ci aspetta una partita difficilissima contro la Roma che è la sorpresa di questo campionato, speriamo di fare bene anche li'.
MILAN

Il difensore del Milan, Cristian Zapata: 'Siamo scesi in campo senza la giusta attenzione, abbiamo avuto poco tempo per preparare la sfida a causa della Nazionale. Abbiamo avuto anche qualche buona occasione ma non siamo riusciti a concretizzarla. Siamo tristi per la sconfitta ma non abbiamo il tempo di pensarci perchè dobbiamo preparare l'importantissima sfida di Madrid. Quella contro l'Atletico sarà tutta un'altra storia, sappiamo che dobbiamo andare la per ribaltare il risultato dell'andata. Sapevamo del pericolo di Totò, perchè è un giocatore che si muove bene e infatti ha segnato lui, è stato molto bravo anche Scuffet che è un ottimo portiere. Sono sempre contento di tornare a Udine dove ho tanti amici'.