Commenta per primo
Se per il Varese la retrocessione è praticamente certa, il Latina ha ancora molte speranze di salvarsi e tante di queste passano dalla sfida del "Franco Ossola". Eppure chi scende in campo con la convinzione di vincere è la squadra di Bettinelli, che al 13' fa le prove per l'1-0 con Neto Pereira e Forte. Al 25' il capitano biancorosso viene steso al limite dell'area, Culina prepara la punizione con due compagni e fa partire un missile che con l'aiuto del palo batte Di Gennaro. I nerazzurri si catapultano in avanti e al 43' Ammari riceve un pallone sulla trequarti da Bidaoui. Non pressato, il numero 20 ha il tempo di mirare e con un destro a giro di mettere il pallone sotto il sette. Nella ripresa i laziali partono forte e al 52' battono un corner corto, Bidaoui salta un avversario con una serie di finte e crossa sul secondo palo per Bruscagnin che con una volèe completa la rimonta nerazzurra. Subito dopo, Borghese si fa espellere per proteste prolungate ed è così che finisce aritmeticamente l'avventura in Serie B del Varese. Il Latina si porta a casa tre punti che sono oro colato.

VARESE
 
Il direttore generale del Varese, Giuseppe D'Aniello: "Ci metto la faccia perché ricopro il ruolo più alto, vista l'assenza di un presidente vero e proprio. È sicuramente il momento più brutto degli ultimi anni e mi assumo tutte le responsabilità delle scelte fatte e risultate sbagliate. Cassarà? Sulla carta è un presidente di forma, non di sostanza: è un finanziatore e tifoso del Varese. Si sta lavorando per assicurare un futuro come si deve a questo club. Ci sono tre cordate interessate, di cui una varesina. Ci vuole una serietà di intenti, ovvero: iscrivere la squadra in Lega Pro, ristrutturare la situazione debitoria e garantire una solidità societaria e una progettualità a lungo termine con un progetto basato sui giovani e una gestione dei costi oculata. Deve essere un progetto di almeno dieci anni. La deadline è la data d'iscrizione al campionato di Lega Pro, il 25 giugno".
L'allenatore del Varese, Stefano Bettinelli: "Penso che si siano visti gli errori dell'arbitro. Sono talmente amareggiato che ho poche parole da esprimere, se non fare un grande applauso ai miei ragazzi per la prestazione che hanno offerto, di grande spessore agonistico e umano. Nonostante siano stati danneggiati dal primo minuto, non hanno mai abbassato la testa e hanno reagito a ogni avversità, facendo la loro parte fino alla fine. Tatticamente il primo tempo è stato giocato bene e come sempre nelle ultime partite abbiamo giocato non un grande calcio, ma redditizio, e infatti ci ha permesso di andare in vantaggio. Loro nella prima parte hanno fatto un tiro e un gol. Nella ripresa il Latina è entrato con una carica maggiore della nostra. Se le cose fossero andate come dovevano andare, sicuramente non saremmo usciti sconfitti dal campo".

LATINA
 
L'allenatore del Latina, Mark Iuliano: "Raccontare la partita di oggi non è facile. Il nostro unico obiettivo era la vittoria ed è arrivata meritatamente. Mi spiace per il Varese perché è una buona squadra, con ottimi giocatori. Ci serviva un risultato positivo perché la quota salvezza continua ad alzarsi pericolosamente. Ho cercato di caricare nella maniera giusta i ragazzi, ma nel primo tempo siamo stati contratti e non esprimevamo il calcio preparato in settimana. È stato importante il gol del pareggio alla fine del primo tempo. Nella ripresa abbiamo fatto molto meglio, poi quando il Varese è rimasto in 9 abbiamo gestito la gara. Sono contento anche se, guardando la classifica, abbiamo guadagnato solo un punto. Ora pensiamo a recuperare in fretta le energie e continuare a lottare. Ringrazio Litteri che è entrato e ha fatto un lavoro eccezionale".