7

Stefano Colantuono, allenatore della Salernitana, commenta a Sky Sport la sconfitta 0-5 contro l'Inter: "Ci è andata come alle altre squadre che in questo momento stanno affrontando i nerazzurri. Prendere un gol in più o in meno non cambia, oggi c'è troppa differenza tra noi e loro. Una gara del genere te la puoi aspettare, anche se ovviamente speri di riuscire magari a fare qualcosa di più. Però mi sembra che sia contro il Cagliari che con la Roma, l'Inter ha seguito la stessa falsariga".

MALE IN ATTACCO - "Problemi che ci trasciniamo da tempo, poi non è questa la partita da cui passa il nostro campionato. E anzi un paio di situazioni per segnare le abbiamo create. Come dicevo in fase di presentazione del match, nelle ultime 10 partite abbiamo incontrato 6 avversarie di categoria superiore e abbiamo fatto il nostro. Per quanto riguarda il resto: abbiamo sbagliato il primo tempo con l'Empoli e la partita con la Sampdoria, col Cagliari abbiamo fatto punti e col Venezia abbiamo vinto".

LA SITUAZIONE SOCIETARIA - "Sapevamo che il campionato della Salernitana sarebbe stato una corsa contro 4 massimo 5 squadre. L'importante è arrivarci con idee di squadra e con un buon mercato invernale, ci vorrebbe qualcosa subito ma vedremo se i trustee lo renderanno possibile. Il clima coi tifosi? Normale, me l'aspettavo. Ora ci aspettano altre gare difficili, qualcuna alla nostra portata e cercheremo di fare punti. Poi vedremo cosa succede".

COSA SERVE PER LA SALVEZZA "In passato mi è capitato di riportare vittorie su campi importanti, ma oggi il gap tra le prime e le ultime è troppo ampio e il nostro campionato si riduce a quegli scontri diretti fondamentali".

DOVE VA RINFORZATA LA ROSA - "Dobbiamo puntellarla tutta. I miei ragazzi si stanno spremendo e devo ringraziare chi gioca anche se non in condizione top. In tutto questo, infatti, ci sta accadendo una striscia di infortuni impressionante. Qualcuno ha bisogno di tirare un po' il fiato. Sul mercato vedremo chi sarà disposto ad accettare una sfida del genere."