Commenta per primo

Leggiamo, pubblichiamo, rispondiamo


Gentile redazione,

Secondo il vostro parere, qual è l'Italia mondiale più forte degli ultimi anni?
Vi ringrazio in anticipo per la risposta.

Pillo

Gentile Pillo,

Prendo in esame gli ultimi vent'anni, soprattutto per motivi anagrafici, la mia memoria calcistica comincia con Italia 90: il ricordo più dolce. Com'era bella e come giocava l'Italia di Azeglio Vicini...
Forte sulla carta e bella in campo (cosa rara per la nostra nazionale). In quella squadra giocavano Zenga, Baresi, Bergomi, Maldini, Ferri, Ancelotti, Giannini, Donadoni, Baggio, Schillaci...
Quell'Italia uscì dal Mondiale senza aver perso una sola partita sul campo. Fatale fu la roulette dei rigori con l'Argentina in semifinale e se a Napoli non fosse finita così forse oggi staremmo raccontando un'altra storia...

Tralascio, per ovvi motivi, l'Italia 1998-2002 e 2010 e passo a Usa '94. Un'Italia quella di Arrigo Sacchi troppo Baggio-dipendente. All'inizio del Mondiale il Divin Codino è il fantasma di se stesso e l'Italia fa un girone disastroso. Approdiamo agli ottavi con la Nigeria dopo essere ripescati come migliori terze, siamo ad un passo dall'eliminazione, ma Roby si risveglia d'incanto e ci trascina fino alla finale. Purtroppo a Pasadena il fuoriclasse bianconero gioca con un gamba sola e il Mondiale va al Brasile.


Germania 2006. E' il gruppo la vera forza dell'Italia di Lippi; per accorgersene basta scorrere i nomi dei marcatori, sempre diversi. Una squadra quadrata, capace di soffrire ma non di incantare (ad eccezione della semifinale con la Germania). Una domanda però mi attanaglia da quattro anni: saremmo diventati campioni del mondo senza un calendario così accessibile?