5
Sergio Conceiçao, allenatore del Porto, ha parlato alla Gazzetta dello Sport, svelando un sogno per il futuro: "Se vincessi qui potrei puntare alla panchina di una big, Italia compresa, dove un giorno vorrò tornare. La Serie A mi è rimasta nel cuore, anche se non escludo la Premier League, mi affascina il campionato inglese. Ci sarà tempo per pensare, ora devo fare bene con il Porto. I miei modelli? Eriksson, ma anche Sacchi e Mourinho. Sono spettacolari, ma io in panchina voglio essere Conceicao, fare i paragoni con il calcio del passato diventa difficile".

SUI GIOVANI - "In Portogallo i giovani vanno lanciati, Dalbert fu una mia intuizione. Giocava nella seconda squadra del Vitoria, ma avevo visto delle qualità. In dodici mesi è passato dal Nizza all'Inter. Un bel giocatore: fisico e tecnico, ma deve migliorare difensivamente. Come vedo Simone Inzaghi? La Lazio gioca benissimo, si distingue dalle altre squadre, sono felice per Simone. Juventus e Napoli sono più forti delle altre, Sarri sta facendo un capolavoro".