77
Tra i partecipanti alla cerimonia di premiazione della Panchina d'oro 2018 c'era anche l'ex tecnico di Juventus e Chelsea Antonio Conte: "Se mi vedo su qualche panchina importante in futuro? Ad oggi mi vedo a casa. Mi sto aggiornando in questo momento, vedendo un po' di partite e seguendo qualche mio collega. Futuro in Italia? Mai dire mai. Io sono italiano, mi sento bene qui e mi piacerebbe lavorare, senza escludere ovviamente l'estero. Il gesto di Mourinho allo Stadium? Non sono la persona più indicata per parlarne (ride, ndr)...".

Sulle favorite per la Champions League: "Possono arrivare in fondo 4-5 squadre, tra queste c'è anche la Juventus. Ha una società che si è data una struttura molto importante, ha acquisito grandi campioni e le concorrenti in Italia devono darsi una mossa, perchè si è creato un solco importante. Se avessi avuto io CR7? Non voglio pensare a questo, sono molto orgoglioso dei giocatori che ho guidato alla Juve".

Sul no al Real Madrid e il futuro: "Per il tipo di allenatore che sono, ho preferito e preferisco aspettare giugno per trovare un nuovo incarico. Poi magari tra 2-3 mesi mi torna la voglia di allenare e smentisco quello che sto dicendo...".