12
A poche ore dalla gara contro l'Azerbaigian, l'allenatore della Nazionale italiana Antonio Conte ha parlato del suo presente e futuro: "Il mio contratto non è un tormentone. La questione viene dopo altre priorità. Ora penso a qualificarci all'Europeo e a rendere orgogliosi gli italiani di questa Nazionale con un bel torneo. Non sono affatto demoralizzato".

SUL CONTRATTO - "La discussione sulle offerte di rinnovo della Federcalcio per ora rimane congelata. Non è vero che sono rassegnato, semplicemente ora voglio evitare polemiche e concentrare tutte le energie mentali soprattutto su un obiettivo". 

SUGLI INFORTUNI - "Il nostro staff medico è di assoluto valore, ma come ct devo avere fiducia nei giocatori, che sono dei professionisti. Se mi dicono che non stanno bene devo credergli. Pirlo? E' importante anche quando non gioca"

SU VERRATTI - "E' un giocatore su cui puntare. E' giovane e ha grandi margini. Ma ora dipende solo da lui"