470
Intervistato da Sky Sport, l'allenatore dell'Inter, Antonio Conte, ha commentato così la sconfitta per 2-1 subita contro la Juventus.

SENSI - "L'infortunio di Sensi l'abbiamo pagato quando è uscito perché quando è uscito abbiamo perso il filo del gioco. Anche nella ripresa non abbiamo giocato bene, poi però la gara era equilibrata". 

SUPERIORITA' - "Potevamo fare gol noi o loro, ma hanno segnato loro. La Juve ha mostrato tutta l'artiglieria che hanno. Io ai miei faccio i complimenti, ma abbiamo dimostrato che noi abbiamo ancora tanta strada da fare. L'impegno c'è stato, la gara è stata equilibrata, ma alla fine la differenza l'ha fatta l'esperienza".

EMOZIONI - "Era una partita importante con una squadra molto forte. Quando ho giocato da avversario contro la Juventus ho sempre perso, con l'Arezzo, con l'Atalanta e oggi è capitato con l'Inter. Mi dispiace".

DIFESA - "Sicuramente si poteva fare molto meglio. Sia oggi che con il Barcellona. Ma a livello di esperienza e delle situazioni di questo momento abbiamo ancora bisogno di lavorare tanto".

LA JUVE - "Non ci sono scorciatoie, non possiamo paragonarci alla Juventus, sono di un'altra categoria. Noi stiamo lavorando, siamo sempre andati a 200 all'ora e non siamo mai stati in gestione. Per vincere dobbiamo sempre andare oltre il limite".

GARA EQUILIBRATA - "Le statistiche parlano di una sfida molto equilibrata nonostante sulla carta le due squadre non sono per niente allo stesso livello".