31
L'allenatore dell'Inter, Antonio Conte ha dichiarato a Sky dopo la vittoria per 2-1 nel posticipo di campionato sul campo del Parma: "Abbiamo fatto due gol, creando diverse altre occasioni da rete. Faccio i complimenti ai nostri avversari, che hanno un ottimo tecnico. Gli auguro il meglio per salvarsi. Abbiamo superato i due esami di maturità con Genoa e Parma, stiamo migliorando anche se abbiamo concesso un gol in cui potevamo fare molto meglio. Poi è normale che ti venga un po' di apprensione, ma Handanovic non ha corso pericoli". 

"Hakimi a inizio stagione si dimenticava della fase difensiva, è stato anche in panchina. Oggi è stato bravissimo a pressare anche nei minuti di recupero, gli ho detto bravo e sono contento per tutti i miei calciatori che stanno dimostrando grande applicazione e resilienza. Penso di essere un allenatore molto democratico, non regalo niente a nessuno e aspetto fino a un certo punto. Il singolo viene dopo la squadra, tutti quanti devono mettersi a disposizione pensando al noi e non all'io. Domenica scorsa al suo posto ha giocato Darmian, che ha risposto alla grande facendo pure gol". 
"Sanchez? Ne ho parlato ieri, dicendo che è in una condizione psico-fisica mai avuta. Bravo lui a lavorare e bravi noi a farlo lavorare, sa che l'unica strada è il lavoro. Anche Lukaku e Lautaro sanno che c'è lui che scalpita. Pinamonti è un buonissimo prospetto giovane e può diventare forte, quest'anno gli sta servendo tantissimo. Avere più possibilità di scelta mi fa stare più tranquillo. Mancano ancora 13 finali, nel campionato italiano puoi perdere punti con tutti e non devi sottovalutare nessuno".