80
La Roma ha deciso: vuole blindare Lorenzo Pellegrini, investire sul centrocampista che ha conquistato a prima vista Fonseca, farne un pilastro per il presente e il futuro. L'avvenire giallorosso è già scritto: fascia di capitano e la maglia numero 10, quella sacra, di Francesco Totti. Che, dal canto suo, lo ha più volte definito intoccabile. Per questo, come riferito dal Corriere dello Sport, entro la fine dell'anno la società tornerà a discutere del rinnovo del contratto del classe '96, in quanto quello attualmente in essere, in scadenza nel 2022, ha sempre la temibile clausola rescissoria da 30 milioni, esercitabile entro la fine di luglio di ogni anno.

IL NUOVO CONTRATTO - Proprio in questo periodo, con Lorenzo fermo ai box per la frattura del quinto metatarso del piede destro, la Roma vuole inviare segnali di apertura per il rinnovo. Nelle prossime settimane saranno convocati i suoi agenti per iniziare i dialoghi. In società sono ormai sicuri, in più c'è da anticipare possibili nuovi assalti di Inter e Juve, che seguono sempre con attenzione il giocatore, dopo averlo tentato in passato. La Roma non vuole correre rischi, ha scelto Pellegrini come futura bandiera, sulle orme di Totti, De Rossi e Florenzi. Il nuovo contratto - fino al 2024 - non vedrà più la clausola da 30 milioni, in quanto la quotazione sul mercato del giocatore è ora totalmente diversa. Anche l'ingaggio sarà rivisto verso l'alto, dai 2 milioni circa attuali fino almeno a 3.

ROMANISTA - Pellegrini è convinto della Roma, del progetto di Petrachi e Fonseca, vuole restare e divenire un simbolo. Le recenti parole di Totti lo hanno caricato e incoraggiato, inoltre la sua vita è ben centrata nella capitale: ha una casa a Casal Palocco con la moglie Veronica e la figlia, è romanista da una vita (andava da bambino in Curva Sud con il padre) ed è già uno degli elementi più seguiti nello spogliatoio. Tutti i pezzi del puzzle vanno al posto giusto: manca solo il nuovo contratto anti Inter e Juve.