115
Mi sembra che sulle parole di De Laurentiis sulla Coppa d’Africa si sia aperto un dibattito quasi surreale. Siamo vicini ad accusarlo di razzismo, i giocatori africani chiedono rispetto, la federazione africana parla di frasi irresponsabili. In realtà De Laurentiis ha fatto una considerazione che aveva pieno diritto di fare. Non c’entra il colore della pelle, è solo decisivo il momento in cui si gioca la Coppa d’Africa, cioè a febbraio, in pieno campionato e Coppe Europee. Il Napoli ha pagato spesso le assenze dei suoi giocatori africani, quest’anno ha lasciato in Africa un angolo di scudetto perdendo Koulibaly, Anguissa e Osimhen.

Ascolta "Coppa d'Africa, su De Laurentiis un dibattito surreale, il Napoli ha pagato le assenze" su Spreaker.

Se dopo molte stagioni di esperimenti pesanti, la società ritiene sia meglio rinunciare ai giocatori africani è un suo diritto, dov’è l’offesa, dov'è la mancanza di rispetto? E’ una sua libera scelta arrivata dopo molte ferite, non lede i diritti di nessuno, semmai limita le scelte di mercato del Napoli. Molte squadre preferiscono da tempo non prendere giocatori sudamericani perché a ogni partita della loro nazionale saltano un turno di campionato. Cominci semmai la federazione africana a capire come sia fuori dal tempo un torneo così
importante nel mezzo della stagione. E provi semmai a cercare una soluzione.

Tutto lo sport di DAZN a 24,99€ anziché 29,99€ al mese per 6 mesi. Attiva DAZN Standard in offerta entro il 2 ottobre..