502
La Juventus batte 4-1 la Sampdoria in una gara valevole per gli ottavi di finale in Coppa Italia. Ora i bianconeri aspettano la vincente di Sassuolo-Cagliari, in campo mercoledì alle ore 17.30. La squadra di Allegri (squalificato e sostituito in panchina dal vice Landucci) torna in campo allo Stadium tre giorni dopo la vittoria contro l'Udinese firmata da Dybala (con tanto di non esultanza polemica verso la dirigenza) e McKennie: oggi entrambi in panchina. 

Oltre agli squalificati De Ligt e Kean, assenti Bonucci, Ramsey, Chiesa e Bernardeschi. Dopo l'ultima sconfitta in casa contro il Torino in campionato i blucerchiati hanno esonerato l'allenatore D'Aversa e sono pronti ad annunciare il ritorno di Giampaolo, ma oggi in panchina va Tufano. Oltre allo squalificato Chabot, sono indisponibili anche Audero, Colley, Yoshida, Ekdal, Damsgaard, Verre, Ihattaren e Quagliarella. 

Cuadrado sblocca il risultato direttamente su calcio di punizione e serve la palla del raddoppio a Morata. L'attaccante spagnolo non sbaglia, ma l'arbitro Fourneau (richiamato dal Var Nasca) va a rivedere le immagini a bordocampo e annulla il gol per un fallo di Rabiot su Rincon. Il raddoppio bianconero arriva nella ripresa e porta la firma di Rugani, a segno di testa.

Danilo e Kulusevski lasciano il posto a Chiellini e Dybala, entrato tra gli applausi del pubblico di casa. Subito dopo riapre la partita Conti, arrivato dal Milan in questo mercato invernale. Triplo cambio per la Samp: Candreva, Vieira e Gabbiadini prendono il posto di Conti, Thorsby e Torregrossa. Locatelli ruba palla e sforna un assist per Dybala, che segna il 3-1 ed esulta. Poi l'argentino lascia il rigore (fischiato per un fallo di Augello sul neo-entrato Aké) del poker a Morata. 

Domenica la Sampdoria è impegnata sul campo dello Spezia, mentre la Juventus gioca a San Siro contro il Milan