49
Ivan Cordoba parla a La Gazzetta dello Sport: "La corsa al terzo posto? Abbiamo fatto un passo falso a Genova, ma la motivazione deve esserci sempre. Nel calcio sappiamo che capita di tutto. Bisogna vincere e aspettare. L'anno prossimo bisogna ricominciare con grande forza. Serve una regolarità di rendimento, la società farà le sue valutazioni, ripartire dalle cose positive. Non si può pedalare e commettere sempre gli stessi errori. Meglio piccoli passi, ma positivi, per costruire una squadra che vinca. Icardi all'Olimpiade? Bisogna chiedere a lui, ma ovvio che per qualsiasi sportivo è il massimo che si possa ottenere. Quando giocavo, ero pronto per propormi".

Su Calciopoli: "Non ne voglio parlare più, ormai tutti gli italiani sanno cos'è successo. Poi se vogliamo parlare della Juve attuale, è fortissima. Esempio anche per i bambini come motivazione. Non è facile vincere cinque scudetti. Non bisogna dimenticare il passato, in quel caso ha perso lo sport. Se vai allo stadio sapendo come va a finire...non è bello”.

Sulla finale di Champions League di quest'anno: "Sarebbe simpatico vedere il derby di Madrid a Milano con Simeone che giocherebbe in casa e James Rodriguez dare il suo contributo".