1

Alle 22 italiane, all'Arena Corinthians di San Paolo, è andata in scena la sfida tra Corea del Sud Belgio valida per l’ultimo turno del gruppo H. Nonostante l'inferiorità numerica per oltre 45 minuti ad avere la meglio è stato il team di Marc Wilmots che ha fatto valere il proprio ruolo di leader del girono. Solo un miracolo coordinato sui due campi, infatti, avrebbe consentito alla Corea del Sud del ct Hong Myung Bo di qualificarsi per gli ottavi di finale già raggiunti dal Belgio di Wilmots che si è affidato al turnover per centrare il primo posto. La Corea cerca fin da subito di tenere alti i ritmi ma negli spazi è il Belgio a costruire più occasioni. Nel finale di primo tempo l’episodio che sposta l’equilibrio è l’espulsione di uno scellerato Defour che entra con il piede a martello su Kim Shin-Wook e prende un sacrosanto cartellino rosso. Nella ripresa la formazione coreana prende campo e coglie una traversa con Son Heung-Min, ma il Belgio riparte bene in contropiede e al 76’ dopo una respinta corta di Kim Seung-Gyu sul tiro di Origi è Vertonghen a sigillare da due passi il primo posto nel girone della formazione allenata da Marc Wilmots. Il Belgio con tre vittorie su tre partite si conferma una vera e propria mina vagante del torneo e affronterà negli ottavi di finale gli USA di Jurgen Klinsmann.
 


CLICCA QUI PER IL CALENDARIO COMPLETO DI BRASILE 2014