2
Il coronavirus è una pandemia: superato il milione di contagi nel mondo, ma le reazioni sono diverse. In Brasile il ministero delle donne, famiglia e diritti umani raccomanda alle prostitute lo smart working, Lavoro da casa anche per loro, come sottolineato in un opuscolo, distribuito dal dicastero guidato dalla pastora evangelica Damares Alves. “I lavoratori autonomi, le prostitute e le persone senza un reddito fisso sono purtroppo le più colpite durante le raccomandazioni di quarantena. Ma non è nella crisi che nascono buone idee? Se devi lavorare, parlare con i tuoi clienti, prova l'opzione di servizio virtuale”.

A Genova via Sestri è piena di gente che passeggia, e il governatore Giovanni Toti si infuria su Instagram: “Queste sono le immagini di via Sestri a Genova questa mattina. Così proprio non ci siamo. Vorrei chiedere a questi sconsiderati cittadini se davvero ognuno di loro ha un buon motivo per essere lì. Fare la spesa, andare a comprare un giornale non può essere il pretesto per fare quattro passi al sole. È un comportamento irresponsabile, da idioti”.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Amici, queste sono le immagini di via Sestri a Genova questa mattina. Così proprio non ci siamo. Vorrei chiedere a questi sconsiderati cittadini se davvero ognuno di loro ha un buon motivo per essere lì. Fare la spesa, andare a comprare un giornale non può essere il pretesto per fare quattro passi al sole. È un comportamento irresponsabile, da idioti. Non vorrei che le piccole buone notizie di queste ore fossero fraintese: nei nostri ospedali si continua a morire. E ci sono medici, infermieri e sanitari che lavorano da settimane senza sosta, mettendo a rischio la propria salute. Prima di uscire e infrangere le regole guardatevi allo specchio e pensate a loro. Ho già chiesto al sindaco di Genova Bucci e agli altri sindaci liguri di fare controlli a tappeto e multe salate a tutti quelli che non rispettano le norme. Saremo inflessibili, ne va della salute di tutti. Nei nostri ospedali ci sono persone ammalate che gioiscono di essere estubate, avendo comunque un casco per la ventilazione in testa, ve ne rendete conto? Vogliamo andare avanti così? Per uscire in sicurezza domani, dobbiamo rigorosamente stare a casa oggi. Non so più come dirlo!

Un post condiviso da Giovanni Toti (@giovatoti) in data:


In Svezia, invece, resta tutto (o quasi) aperto. Lo stato scandinavo è uno dei pochi al mondo ad aver rifuggito la strategia del lockdown per combattere il coronavirus. Dallo scorso 31 gennaio sono 4.947 i contagi, con 239 morti, ma la strategia adottata è quella di un “contagio graduale, inutile chiudere tutto”.
Scopri nella gallery di calciomercato.com le reazioni social legate al coronavirus!