122
 Correa è un talento tanto eccezionale quanto particolare, forse unico nel suo genere: ha i colpi che fanno innamorare i tifosi e quella discontinuità che non gli ha ancora permesso di fare il salto di qualità definitivo. Quando vede il rossonero del Milan il 'Tucu' entra in campo con un atteggiamento diverso. Ieri sera li puniti di nuovo con una doppietta di grande qualità e che rilancia le ambizioni Champions della Lazio. E pensare che proprio Paolo Maldini aveva provato a portare Joaquin in rossonero nell'estate del 2019 proponendo Cutrone come contropartita. Un desiderio che trovò la strenue resistenza del presidente Lotito e dell'allenatore Simone Inzaghi.

Ascolta "Correa formato Champions: il retroscena sul Milan, la verità su quegli 80 milioni di euro e la posizione della Juve" su Spreaker.

LA VERITA' SULLA CLAUSOLA - Il nome di Correa è stato accostato alla Juventus nei mesi scorsi. Pirlo apprezza molto le qualità del classe 1994, un profilo che potrebbe integrarsi bene sia con Morata che con Cristiano Ronaldo. Per Lotito Joaquin è l'unico tra i big della rosa che può essere sacrificato sul mercato ma serve un'offerta importante, superiore ai 35 milioni di euro. Nel suo contratto non è più valida la clausola da 80 milioni: chi vuole Correa dovrà trattare direttamente con la dirigenza biancoceleste.