215
Ancora 4 giornate e 12 punti nella volata, sempre più ingarbugliata, per la Champions. Tre posti da assegnare e la situazione cambia di continuo, sia in classifica che nel fisico e soprattutto nella testa delle 5 concorrenti. Alla vigilia della 34a giornata abbiamo considerato anche la Roma, ma dopo la sconfitta di Marassi contro la Samp possiamo escluderla dalla corsa anche se aritmeticamente ha ancora qualche speranza. Per cui il conto si ferma a 5 squadre: Atalanta, Napoli, Juventus, Milan e Lazio. Dopo i risultati e le prestazioni dell’ultima giornata, e dopo aver tolto la Roma, dobbiamo cambiare la distribuzione delle 300 possibilità di qualificazione fra le 5 concorrenti. Ricordiamo un altro particolare: per determinare la posizione di due squadre giunte a pari punti come primo criterio valgono i risultati degli scontri diretti, la differenza reti degli scontri diretti, la differenza-reti generale e il numero dei gol segnati, per questo in coda a ogni squadra abbiamo inserito la situazione, mentre all’inizio abbiamo riportato il calendario (in maiuscolo le gare in trasferta).

ATALANTA (69 punti) - PARMA, Benevento, GENOA, Milan. Si è fermata a Reggio Emilia contro il Sassuolo, strappando comunque un pareggio con un uomo in meno per l’espulsione di Gollini. Resta convincente sul piano del gioco, ma ha perso i due punti di vantaggio sulle altre. Situazione scontri diretti: in vantaggio con Lazio e Juventus; in svantaggio col Napoli; in attesa col Milan (vittoria per 3-0 all’andata). Differenza-reti attuale: +39. Gol segnati: 79. Percentuale di qualificazione alla Champions League: 65 su 300.

MILAN (69 punti) - JUVENTUS, TORINO, Cagliari, ATALANTA. Dopo le due sconfitte di fila, in casa col Sassuolo e lo 0-3 dell’Olimpico nello scontro diretto con la Lazio, la squadra di Pioli si è rilanciata con una vittoria in sicurezza (2-0), ma soprattutto con una prestazione da...vecchio Milan contro il Benevento. Sarà comunque lo scontro diretto con la Juventus a decidere il destino dei rossoneri (e dei bianconeri). Negli scontri diretti è in vantaggio con Napoli, in svantaggio con la Lazio, in attesa con Juventus (sconfitta 1-3) e Atalanta (sconfitta 0-3). La sua differenza reti attuale è +19. Gol segnati: 62. Percentuale di qualificazione alla Champions League: 65 su 300.

JUVENTUS (69 punti) - Milan, SASSUOLO, Inter, BOLOGNA. A Udine ha deciso Ronaldo con la doppietta negli ultimi 8 minuti, a conferma di quanto la squadra di Pirlo dipenda dal suo fenomeno. Sul piano del gioco, anche in Friuli è stata disastrosa, senza idee e senza brillantezza. Domenica sera sapremo tutto, o quasi tutto, sul conto della Juventus. Situazione scontri diretti: in vantaggio con Lazio, in svantaggio con Atalanta, in parità col Napoli, in attesa col Milan (vittoria per 3-1 all’andata). La sua differenza reti attuale è +36. Gol segnati: 67. Percentuale di qualificazione alla Champions League: 60 su 300.
NAPOLI (67 punti) - SPEZIA, Udinese, FIORENTINA, Verona. Sembrava lanciatissima verso la Champions, ma il pareggio al "Maradona" contro il Cagliari è stato un duro colpo. Ora la squadra di Gattuso è staccata di due punti dal terzetto che la precede. Resta il vantaggio del calendario: il Napoli non avrà uno scontro diretto anche se in 3 partite su 4 incontrerà formazioni ancora in corsa per la salvezza. Situazione scontri diretti: in vantaggio con Atalanta e Lazio, in svantaggio col Milan, in parità con la Juventus. La sua differenza reti attuale è +36. Gol segnati: 74. Percentuale di qualificazione alla Champions League: 60 su 300.

LAZIO (64 punti) - FIORENTINA, Parma, ROMA, SASSUOLO (più la gara da recuperare all’Olimpico col Torino). Correa e Immobile stanno spingendo la squadra verso un finale travolgente. Dopo il 3-0 sul Milan, altri 4 gol (a 3) contro il Genoa. Situazione scontri diretti: in vantaggio col Milan, in svantaggio con Atalanta, Juventus e Napoli. La sua differenza reti attuale è +11. Gol segnati: 60. Percentuale di qualificazione alla Champions League: 50 su 300.

CLASSIFICA AVULSA - E’ solo un gioco, ma se per caso arrivassero tutt’e cinque a pari punti, questa sarebbe la classifica avulsa, ovviamente da completare con gli ultimi due scontri diretti, Juve-Milan e Atalanta-Milan: 1a Atalanta 13 punti in 7 partite, 2a Napoli 12 punti in 8 partite, 3a Juventus 11 punti in 7 partite, 4a Lazio 10 punti in 8 partite, 5a Milan 6 punti in 6 partite.