44
Caccia a Ottobre Rosso (blu). Bologna sarà il centro dell'Italia nel primo weekend del prossimo mese. Domenica 3 ottobre all'ora di pranzo la squadra di Mihajlovic ospita la Lazio di Sarri allo stadio Dall'Ara. In serata all'Arena Parco Nord ci sarà "La prima festa dell'amore", al terzo appuntamento dopo quelli di venerdì 1 e sabato 2. I concerti di Cosmo dovrebbero essere i primi senza distanziamento. L'ingresso sarà consentito con green pass per i vaccinati oppure con esito negativo di tampone rapido effettuato entro 48 ore dall'inizio dell'evento. Sulla scia degli esperimenti già effettuati all'estero, come al Lollapalooza di Chicago negli Stati Uniti o al festival di Ronquieres in Belgio che ha ospitato pure i nostri Maneskin. 

Cosmo ha scritto una lettera aperta al presidente della Regione Emilia-Romagna: "Caro presidente Bonaccini, cara vicepresidente Schlein, da tempo pensavo di scrivervi, ma mi sono sempre fatto degli scrupoli. Non solo: ero convinto non fosse necessario. Ero convinto che le cose si sarebbero sistemate. Il nostro settore, quello della musica dal vivo, dei concerti e delle serate nei club, può ripartire seriamente solo in un modo (prima che l'emergenza venga dichiarata ufficialmente superata, intendo): utilizzando il Green Pass come un'opportunità per tornare alla normalità. Tampone o vaccino (o guarigione) che sia, mi sembrava ovvio che con circa il 70% della popolazione vaccinata e l'allentamento della pressione sulle strutture sanitarie si potesse estendere l'uso del pass a tutte le attività. Purtroppo, il governo ha preferito l'ipocrisia. Ha preferito voltarsi dall'altra parte e lasciare le briciole al nostro settore. Perché, credo voi lo sappiate, la maggioranza dei musicisti e dj non possono esibirsi col pubblico seduto e distanziato. Non fa proprio parte di determinati riti, determinate culture musicali". 

Bonaccini e Schlein hanno risposto così a Cosmo: "Le tue parole sono comprensibili e condivisibili, vanno nella giusta direzione. Può essere l'occasione giusta e necessaria per fare ulteriori passi avanti. Con green pass e tamponi rapidi si può tornare a rialzarsi, cantare e ballare: sono proposte che intendiamo ribadire all'Esecutivo, ma una Regione non può derogare dalle norme nazionali in vigore. Il tuo concerto a Bologna, in sicurezza, col pubblico in piedi, libero anche di ballare e cantare, sarebbe davvero un altro, bellissimo segnale che insieme possiamo ripartire e sconfiggere definitivamente il Covid". ​

Il Ministro della Cultura, Dario Franceschini ha scritto una lettera al Presidente del Consiglio, Mario Draghi e al Ministro della Salute, Roberto Speranza: "Vi chiedo di valutare la possibilità di regolare l'accesso a cinema, teatri e sale da concerto e la partecipazione a spettacoli dal vivo prevedendo, per gli spettatori, il requisito del possesso di green pass valido e, fermo restando l'obbligo di indossare la mascherina per la durata dell'evento, di considerare altresì la possibilità di rivedere le misure di distanziamento interpersonale, superando l'attuale contingentamento delle capienze per gli spettacoli sia all'aperto che al chiuso fino al 100% delle capienze". ​

Un'altra lettera aperta era stata scritta dal cantante tifoso del Bologna, Cesare Cremonini
: "Dobbiamo cambiare passo velocemente aumentando di molto il numero di spettatori vaccinati, muniti di green pass e tampone che possono accedere senza distanziamento agli eventi musicali e culturali. E investendo in campagne a favore della vaccinazione necessaria per partecipare ai concerti". Come dargli torto? Intanto, dopo Achille Lauro, anche Mahmood (esprimendo "un sentimento di abbandono da parte delle istituzioni") ha rinviato il tour al 2022. 

Giovedì sera Rai Uno ha trasmesso in diretta tv i Seat Music Awards 2021 condotti da Carlo Conti e Vanessa Incontrada, che premiano i dischi d'oro e di platino dell'ultimo anno. Sul palco dell'Arena di Verona si sono alternati Alessandra Amoroso, Claudio Baglioni, Orietta Berti, Gigi D'Alessio, Il Volo, Achille Lauro, Ligabue, Madame, Mahmood, Elisa, Fiorella Mannoia, Marracash, Marco Masini, Mecna, Marco Mengoni, Massimo Pericolo, Psicologi, Purple DIsco Machine, Random, Samuel, Sangiovanni, Aka 7even e Zucchero. Ospiti speciali Amadeus, Alessandro Cattelan, Antonella Clerici, Paola Cortellesi, Maria De Filippi, Marco Giallini, Jerry Calà, Giorgio Panariello, Alessandro Siani, Pio e Amedeo.

Questi ultimi due hanno ironizzato sulla polemica ("fa crescere i social, qui c'è libertà e si può dire tutto") scoppiata allo scorso Concertone del Primo Maggio col tentativo di censura della Rai denunciato da Fedez, che ha risposto con sarcasmo ai due comici pugliesi tifosi del Foggia
attraverso delle storie su Instagram: "Mi hanno scritto tutti che Pio e Amedeo mi hanno dissato. Onesto: una delle cose più fighe che ho visto in Rai, perché l'ho trovata una grande installazione artistica. Nella rete in cui non vorrebbero che tu citassi dei nomi dei politici perché non è presente il contraddittorio, ti ripulisci la coscienza ingaggiando due rivoluzionari anticonformisti cercando di sputtanare l'avversario senza contraddittorio... Figo! Bravi tutti, mi è piaciuto. Bravi Pio e Amedeo, spero un giorno di diventare un anticonformista antisistema rivoluzionario come voi. Comincerò uscendo per la strada dando del 'negro' e del 'frocio' a tutti per strappare un sacco di sorrisoni. Poi apro il mio chioschetto di smalti senza il quale non riuscirei a dare da mangiare ai miei figli e mi inventerò qualche polemica per riuscire a vendere i miei smaltini. Comunque sono un po' deluso da Pio e Amedeo: mi avete fatto questo atto rivoluzionario di sdoganare le parole 'negro' e frocio', ma siete in diretta sulla Rai e non mi tirate una bella bestemmia? I negri e i froci ti rispondono con un sorriso, i cristiani sono obbligati a perdonarvi... Siete un po' arrugginiti e state perdendo lo smalto, se volete ve ne presto un pochino". Poi Fedez ha fatto il gestaccio del dito medio. 
 
Il rapper Massimo Pericolo ha dovuto cambiare il testo della sua canzone Stupido, sostituendo "scopare" con "giocare"... Stasera è toccato ad Annalisa, Autogol Dj Matrix, Arisa e Ludwig, Baby K, Loredana Bertè, Blanco, Boomdabash, Capo Plaza, Colapesce e Dimartino, Deddy, Fred De Palma, Diodato, Emma, Emis Killa e Jake La Furia, Ernia, Francesco Gabbani, Loretta Goggi, Guè Pequeno, Il Tre, Irama, Elettra Lamborghini, Mace, Negramaro, Noemi e Carl Brave, Pinguini Tattici Nucleari, Rkomi, Rocco Hunt e Ana Mena, Federico Rossi, Mara Sattei, Shablo, Shade, Takagi & Ketra e Giusy Ferreri e Tancredi. 

Intanto giovedì al Carroponte di Sesto San Giovanni c'è stato il concerto di M¥SS KETA accompagnata dalla band DPCM (Lim al basso, Giungla alla chitarra e Danila Gugliemi alla batteria). Nel corso dello show sono saliti sul palco anche Eddy Veerus e Roberta Branchini (in arte Brancar, tifosa interista) del gruppo musicale de Il Pagante. Insieme a Myss Keta hanno cantato Adoro ("Quando segna Ramsey, sparisce uno YouTuber") e in anteprima assoluta per il loro amato pubblico milanese l'inedito Devastante ("Come Theo Hernandez").