5
Mario Draghi incontra Ministri e Regioni per chiudere il nuovo Dpcm con le misure anti-Covid, la cui firma dovrebbe arrivare in giornata. Tra i nodi da sciogliere c'è in particolare quello sulla scuola. L'idea, confermata da diverse fonti di governo, sarebbe di chiudere gli istituti automaticamente in zona rossa e dare la facoltà nelle altre aree di chiudere gli istituti se, a livello locale, in zona gialla o arancione poco importa, si raggiungono 250 casi ogni 100mila abitanti. La decisione sarebbe dunque rinviata ai governatori e ai sindaci.

La linea del rigore che sembra comunque, per ora, caratterizzare anche questo governo è supportata dai numeri: scrive Agenas (Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali), che sono passate da 8 a 9 le regioni che sono sulla soglia critica del 30%, o l'hanno superata, dei posti letto in terapia intensiva occupati dai malati di Covid. Le situazioni più critiche si hanno in Umbria (56%), Molise (49%) e la Provincia autonoma di Trento (47%). Seguono poi Abruzzo (40%), Friuli Venezia Giulia (35%), Marche (32%), Emilia Romagna (31%), Lombardia (31%),  Provincia autonoma di Bolzano (31%) e Toscana (30%) . A livello nazionale la media è del 25%. Non sono lontane dalla soglia critica Piemonte (28%) e Puglia (29%), anche se quest'ultima è scesa dell'1% rispetto al precedente monitoraggio. Le situazioni migliori si hanno in Sardegna e Basilicata (9%), Val d'Aosta (10%) e Veneto (11%).