Il capitano del Genoa Domenico Criscito ha chiarito a Il Secolo XIX la polemica generata dalla diffusione di un addio su Whatsapp nella quale si svelavano alcuni retroscena sull'esonero di Ballardini: "È un messaggio che avevo mandato ai miei amici del fantacalcio per spiegare quello che era successo, qualcuno poi lo ha fatto girare. Ma i miei compagni di squadra non c'entrano, il messaggio non era rivolto a loro. Lo spogliatoio è unito e non posso permettere che si dica che abbiamo giocato contro Ballardini. Perché è un'accusa grave e falsa. E basta gettare m***a sul Genoa! Siamo tristi per quanto accaduto e siamo grati a lui. Ora pensiamo al presente e a Juric".