Commenta per primo
Cagliari-Crotone 4-2

Cordaz 6: Ha forse sulla coscienza la barriera piazzata leggermente male sulla punizione di Lykogiannis. Sul resto non può nulla e tiene a galla i suoi come può. Splendida la parata su Nandez nella ripresa

Luperto 5: Quest'oggi è stata dura contro Nandez e Sottil ma sarà fondamentale per il proseguo della stagione del Crotone. Mostra personalità ed anche qualche buona giocata

Golemic 5: Titolare al posto di Marrone perde più volte il confronto con Simeone. Colpevole sul raddoppio sardo

Magallan 5: Troppe sbavature per lui, perde più volte Sottil. Giornata da dimenticare

Pedro Pereira 5,5: Aiuta Magallan in fase difensiva mettendo alcune pezze ma deve iniziare dare di più in fase offensiva

(dal 32' s.t Crociata 6: Prima partita stagionale per lui. Insieme alla squadra prova l'assalto finale senza successo)

Molina 6,5: Forse una delle sorprese di giornata. Prima rete in Serie A con un bellisimo gol al volo dal limite dell'area. Condisce la sua prestazione con svariati ottimi cross

(dal 16' s.t Vulic 6: Entra nella ripresa e prende in mano le redini del centrocampo. 
Cigarini 4,5: Gara da ex da dimenticare per lui. Ad inizio secondo tempo interviene ingenuamente su Joao Pedro conquistando il secondo giallo e lasciando i suoi in 10 per tutta la ripresa

Benali 5,5: Prima stagionale per il libico nativo di Manchester. Deve ancora trovare il ritmo partita ed entrare meglio negli schemi della squadra

Reca 6: Corre, crossa e copre in fase difensiva. Ottima partita per l'ex difensore dell'Atalanta.

(dal 16' s.t Rispoli 6: L'ex Palermo in fase offensiva spinge più di Pereira. Forse sarebbe stato meglio inserirlo prima)

Messias 6,5: Anche per "Il Mago" arriva la prima rete stagionale. Fa a sportellate con la difesa isolana, mostra alcune belle giocate

Simy 6: Studia ma non si applica. Belle giocate ma purtroppo per lui sulla sua strada ha trovato più volte un attento Cragno

(dal 45' s.t Rivière s.v)


All. Stroppa 6: Anche quest'oggi la sua squadra scende in campo senza paura. Gioca una gara a viso aperto senza mai chiudersi nella propria area. Tradito dall'espulsione di Cigarini a inizio ripresa.