L'allenatore del Crotone Davide Nicola ha presentato in conferenza stampa il match contro il Cagliari di domenica pomeriggio: "Incontriamo una squadra che affronterà la prima partita nel suo nuovo stadio. Il Cagliari cercherà di dare il massimo per fare punti, così come lo daremo noi. Io mi fido ciecamente della mia società e mi fido delle intuizioni della società sul mercato. Il nostro obiettivo è la salvezza. Gli ultimi arrivati stanno bene e vedremo se ci sarà la possibilità di sfruttarne qualcuno. Fisicamente potrebbero anche esserci ma conta anche entrare nel gioco, anche nelle palle inattive, e chi è più pronto verrà mandato in campo».

Sulle condizioni di alcuni giocatori: "Sosta? E’ sempre importante perché ci dà la possibilità di lavorare ma nelle pause solitamente i giocatori non ci sono. Ad esempio Ajeti torna dopo due partite toste in nazionale e non può essere impegnato perché ha una contusione e non dovrebbe esserci. Rohden? Si sta riprendendo e nella seconda settimana si è allenato. Tonev non si sente ancora pronto. Izco e Nalini stanno completando il recupero. Il Cagliari ha la sua filosofia definita e non giocano con il classico rombo. Quest’anno sarà più difficile salvarsi ma è molto interessante, dobbiamo far crescere i giovani, la nostra filosofia non cambia".