107
È abituato a lavorare nell'ombra, Danilo D'Ambrosio. Di lui si parla sempre poco, il rendimento che offre in campo per l'Inter è invece alto, sia quando c'è da difendere che quando c'è da attaccare, come dimostrano i tre gol segnati in questa stagione sfortunata, tra l'infortunio al collaterale e il Covid che lo ha colpito nell'ultimo mese. Tre reti in appena 402 minuti giocati, con una media di una ogni 134, statistiche da goleador vero. Un bomber a sorpresa, che ha però un contratto in scadenza a giugno.

LA VERITÀ SUL MILAN - Ed è soprattutto per questo motivo che negli ultimi giorni si è parlato di un possibile trasferimento al Milan, complice la visita del suo agente Vincenzo Pisacane (lo stesso di Lorenzo Insigne) nella sede rossonera. Voci che non hanno però trovato conferme: Danilo si sente legato all'Inter dopo i sette anni e mezzo trascorsi in nerazzurro e non prende in considerazione l'idea di un cambio di maglia per i cugini milanisti.

LA SCELTA DELL'INTER - E anche all'Inter sanno bene l'importanza che D'Ambrosio ha in campo e nello spogliatoio, dopo tante stagioni passate tra la Pinetina e San Siro. Tanto che i dirigenti nerazzurri non hanno dubbi sul futuro e al termine della stagione, quando la situazione societaria dovrebbe essere più tranquilla, rinnoveranno il contratto del difensore, sfruttando una clausola che permette al club di prolungare fino al 2022. D'Ambrosio-Inter, avanti insieme.