106
Non è arrivata la ciliegina sulla torta per il Milan. Leonardo ci ha provato a lungo e per diversi giocatori, ma non è riuscito a regalare un esterno offensivo di qualità al tecnico Rino Gattuso. Il direttore sportivo aveva la spada di Damocle del Fair Play Finanziario, non poteva impegnarsi in operazioni a titolo definitivo. Le ultime 72 sono state molto intense, proviamo a raccontarvi alcuni retroscena.

PRIMO OBIETTIVO CARRASCO - Il nome in cima alla lista del Milan era quello di Yannick Ferreira Carrasco. Un'idea nata un mese fa, quando l'intermediario Federico Pastorello aveva informato Leonardo della volontà del nazionale belga di tornare a giocare in Europa. Con il Dalian Yifang è stata una partita a scacchi: la prima mossa era stata l'offerta per un prestito oneroso di 18 mesi con diritto di riscatto. Una volta incassato il 'no' del club cinese, Leonardo ha battute altre piste perchè aveva già capito che non c'erano grandi margini di trattativa. Poi è arrivata l'illusione di ieri, con il giocatore che si era detto pronto a ridursi l'ingaggio da 11 milioni netti. Il muro eretto dal Dalian non si è sgretolato affatto, con buona pace del Diavolo che non è mai stato così ottimista di poter chiudere l'operazione.
DEULOFEU DELUSO - Ci aveva creduto fino in fondo Gerard Deulofeu. Lui che al Milan tornerebbe di corsa, in quei mesi passati in rossonero, nel 2017, si era sentito come a casa. Questo Leonardo lo sapeva bene, tanto che il primo contatto con il suo nuovo agente Antonio Botines risale al mese dicembre. Il direttore sportivo rossonero ha sempre considerato un piano alternativo, giocatore gradito ma non la priorità. Una volta presa coscienza dei ristretti margini operativi, dovuti anche all'imprevista cessione di Higuain, Leonardo ha iniziato a parlare in maniera più concreta con il Watford che però ha sparato alto: '30 milioni o Deulofeu non si muove'. 

LOOKMAN E SAINT-MAXIMIN - La nuova area scouting sta lavorando in sinergia con il duo Maldini-Leonardo come non si vedeva da tempo dalle parti di Casa Milan. Il resaponsabile  Moncada ha sottoposto all'attenzione tre profili, da tenere in grande considerazione per la prossima estate: Ademola Lookman dell'Everton, Allan Saint-Maximin del Nizza e Arnaut Groeneveld del Bruges. Giovani e di talento, le caratteristiche giuste per il nuovo corso rossonero pensato da Ivan Gazidis. Nomi che rimangono nella lista e che verranno monitorati con attenzione per tutto il resto della stagione.