20
Il calciomercato non dorme mai. Perché non riguarda soltanto i trasferimenti, ma anche i rinnovi dei contratti. La Gazzetta dello Sport in edicola oggi analizza i principali casi nei club di Serie A. 

ATALANTA - Castagne chiede 1,5 milioni, ma la fumata bianca per spostare in là la scadenza del contratto (2021) arriverà attorno al milione. Pronto un biennale anche per Gosens, invece bisogna ancora trattare con Barrow

BOLOGNA - Possibile addio a fine stagione per Destro

BRESCIA - Cellino si gode Tonali, ma non ha alcuna intenzione di rinnovare il contratto in scadenza nel 2021 (anche se c'è un'opzione per arrivare al 2022): altro derby d'Italia in vista tra Inter e Juve sul mercato. 

CAGLIARI - Giulini non ha ancora preso in considerazione la possibilità di sedersi al tavolo con Birsa

FIORENTINA - Dopo aver blindato Castrovilli, nei prossimi giorni ci sarà l'incontro decisivo per Sottil: rinnovo fino al 2024 a circa 1 milione a stagione. In arrivo anche le firme di Montiel, Ranieri e Venuti. Lo stop alla cessione imposto da Commisso ha determinato una brusca frenata nel dialogo per il prolungamento con Chiesa, sotto contratto fino al 2022: ormai siamo al muro contro muro. Papà Enrico non vuol sedersi a trattare e i pensieri vanno già al prossimo mercato estivo, quando Inter e Juve dovranno fare i conti anche con Bayern e Psg: chi dà 70 milioni ai viola e 5 milioni all'anno al giocatore? 

GENOA - Preziosi premia Kouame, corteggiato in estate da Bologna e Sassuolo, con un adeguamento importante. La punta firmerà a ore il rinnovo che non cambierà la scadenza del contratto (2023), ma alzerà il suo ingaggio da 450 mila euro a 1,2 milioni. 

INTER - Handanovic è pronto a prolungare per un altro anno (2022) alle stesse cifre (3,2 milioni a stagione), aumento di stipendio in arrivo per Lautaro Martinez (da 1,5 a 2,5/3 milioni). 

JUVE - Rilanciati da Sarri, Matuidi e Cuadrado sono in scadenza a giugno: Paratici si occuperà di loro all'inizio del 2020. Szczesny è legato per altre due stagioni: ci sono le avvisaglie per una trattativa. 

LAZIO - Dopo le firme di Caicedo e Correa, ora è il turno di Luiz FelipeLuis Alberto e Milinkovic-Savic

MILAN - La trattativa con Donnarumma è a un punto morto: il suo agente Raiola non accetta di spalmare l'ingaggio da 6 milioni fino al 2021 a 4 milioni fino al 2024. E Bonaventura è in scadenza a giugno. Oltre a Biglia (2020), delicate anche le situazioni di Calabria e Suso che chiedono un adeguamento. 

NAPOLI - Mertens e Callejon non accettano proposte al ribasso, così la loro conferma è già un rebus. Per Zielinski tutto procede in maniera spedita e le percentuali di successo sono elevate anche in tempi ristretti, exit poll molto meno incoraggianti per l'altro polacco Milik che chiede più fiducia. Trattative in corso anche con Allan e Fabian Ruiz.

PARMA - Ieri il ds Faggiano ha trovato l'accordo con Gervinho per prolungare fino al 2022. 

ROMA - Pellegrini guadagna già 2 milioni, ma il suo stipendio può aumentare ancora togliendo però la clausola rescissoria da 30 milioni. Intanto i giallorossi sono al lavoro per prolungare il legame con Kolarov

SAMPDORIA - Quagliarella è in scadenza: l'incertezza sul futuro societario e la guida tecnica allungano i tempi di un rinnovo non più così scontato a 36 anni. 

SPAL - Aumento di stipendio per blindare Vicari fino al 2023. 

VERONA - A fine stagione addio annunciato a Pazzini