Cutrone, Vrsaljko e Manolas sono soltanto gli ultimi di una lunga lista. Le nazionali sono da sempre un'arma a doppio taglio per i club che da un lato vedono promuovere l'immagine e la reputazione dei propri tesserati e dall'altro rischiano sempre più spesso e volentieri di perderli anche per lunghi periodi. Il Napoli perderà a lungo Vlad Chiriches per la rottura del legamento crociato del ginocchio e rischia di non avere a disposizione Dries Mertens (sublussazione alla spalla). La Juventus è in ansia per Pjanic così come la Roma per Schick e infine l'Inter ha riavuto indietro dall'Argentina un Lautaro Martinez la cui condizione è peggiorata rispetto a quando è partito.

Quello del difensore della Romania e del Napoli è sicuramente il caso più grave dell'ultima sosta, ma non è l'unico infortunio grave arrivato negli ultimi anni. In partita, in allenamento, per colpa di scherzi o sfide andate a male, oppure per diagnosi sbagliate e arrivando fino a chi è stato colpito più volte nel corso della propria carriera, il problema degli infortuni in Nazionale resta di difficile, se non impossibile, soluzione per i club.

Da Chiriches a Nesta passando per Emerson, ecco nel nostro video alcuni dei casi più clamorosi.