37
Un'estate italiana. Per l'Italia, in campo contro le migliori d'Europa per un titolo che manca dal 1968, con il sogno di rivivere le notti magiche, e per i suoi portieri, che potrebbero cambiare maglia, sposare un nuovo progetto. Il condizionale è d'obbligo, perché ogni situazione è diversa dall'altra, ma a oggi sono ben 9 gli azzurri, che difenderanno o hanno difeso le maglia della nazionale maggiore o dell'under 21, al centro di tante voci di mercato. Partiamo dal titolare di Mancini, Donnarumma, che ancora non ha detto sì alla proposta di rinnovo del Milan del contratto in scadenza nel 2021.

MAGGIORE - La situazione sarà più chiara tra qualche settimana, ma l'addio è possibile, un discorso valido anche per gli altri due numeri uno che faranno parte del gruppo azzurro al prossimo Europeo, ovvero Sirigu del Torino e Cragno del Cagliari. In uscita anche chi ha fatto parte delle idee di Mancini in passato ma difficilmente difenderà i colori azzurri a giugno, ovvero Meret, che paga il dualismo con Ospina, più Silvestri del Verona e Gollini dell'Atalanta. Tutti e tre sono profili valutati da Roma e Inter, che cercano un'alternativa credibile a Pau Lopez e Handanovic.
UNDER 21 - Hanno tanto mercato anche tutti e tre i portieri convocati da Nicolato per l'ultimo Europeo under 21. A partire da Carnesecchi, autore di una grande stagione con la Cremonese, che tornerà all'Atalanta e potrebbe essere girato all'Udinese per Musso. Una pedina di scambio potrebbe essere anche il secondo, Plizzari, di proprietà del Milan e poco impiegato dalla Reggina, mentre a Cerofolini, terzo dell'Under e attualmente seconda scelta della Reggiana, la Fiorentina a fine stagione troverà una nuova sistemazione.