79
Sono passati ormai due giorni dall'insediamento ufficiale di Stefano Pioli sulla panchina del Milan al posto dell'esonerato Marco Giampaolo e sebbene privo dei vari nazionali il nuovo allenatore ha già diretto il gruppo rossonero in 3 sedute di allenamento. Pioli ora è chiamato a dare una svolta immediata sia ai risultati che al gioco mostrato dalla squadra e anche lui, così come Giampaolo, è chiamato subito a prendere delle decisioni importanti su alcuni duelli in atto nelle zone nevralgiche del campo. Pochi sono infatti gli intoccabili della rosa rossonera e la richiesta non proprio velata fattagli anche in conferenza di vedere impiegati con maggior costanza i nuovi acquisti potrebbe generare stravolgimenti nell'11 titolare.

IL DUBBIO PIU' GRANDE - Il dubbio più grande, impossibile negarlo, riguarda il centro dell'attacco. Krzysztof Piatek con Giampaolo è apparso in netta difficoltà soprattutto nella richiesta di partecipare maggiormente alla manovra allontanandosi dall'area di rigore. Al contrario del polacco ha fatto molto meglio Rafael Leao che nelle ultime uscite, anche in quelle più negative, è apparso sempre il più propositivo. Dovrebbe spuntarla ancora Piatek, ma se foste in Giampaolo spingereste per il cambio? VOTA QUI AL SONDAGGIO PER L'ATTACCO.

SUSO O REBIC? - Non è ancora chiaro se Pioli opterà per un 4-3-3 o per un 4-2-3-1, ma la certezza è che utilizzerà un modulo che valorizzi gli esterni offensivi. Tante sono le opzioni a disposizione dell'allenatore emiliano e potrebbero coinvolgere anche Calhanoglu e lo stesso Leao, ma il vero dubbio è sicuramente quello legato allo spagnolo Suso. Ritenuto insostituibile da Giampaolo, è stato già indicato come giocatore importante anche da Pioli. Alle sue spalle però pressa Ante Rebic che reclama spazio e potrebbe ottenerlo. Lo utilizzereste al posto di Suso?   VOTA QUI AL SONDAGGIO PER LA FASCIA
LA MEZZALA DI INSERIMENTO -
Infine c'è abbondanza per quello che riguarda il centrocampo o, all'occorrenza, per il ruolo da trequartista nel 4-2-3-1. I giocatori "di fantasia" non mancano in rosa, ma a oggi sono in 3 a contendersi un unico posto accanto a Kessie e Biglia (favorito su Bennacer). Pioli ha dato un'indicazione chiara in conferenza stampa sul ruolo di Paquetà: "È una mezzala di inserimento", e se finora con Giampaolo quel ruolo era destinato a Calhanoglu, con il rientro di Bonaventura la svorabbondanza potrebbe trasformarsi in problema. L'italiano, se sta bene, è quello che dà più affidabilità. Il brasiliano ha lampi di classe pura mentre il turco è quello più duttile anche in fase di costruzione. Chi scegliere? DITECELO VOTANDO QUI AL SONDAGGIO PER IL CENTROCAMPO

Dubbi, scelte, duelli, il nuovo Milan di Stefano Pioli sta iniziando a prendere forma. Domenica a San Siro arriva il Lecce nella prima delle 6 gare da autentico tour de force e che vedrà i rossoneri affrontare nell'ordine Roma, Spal, Lazio, Juventus e Napoli. Quale sarà il suo primo 11?