53
Kulusevski è un obiettivo quasi dichiarato per l’Inter, Marotta non ne nasconde il gradimento e con l’Atalanta i primi discorsi sono già stati affrontati. Intanto lui segna e il prezzo sale, ma l’Inter c’è, è presente, mantiene accesi i contatti con i bergamaschi anche in virtù del gran rapporto che c’è tra Zhang e Percassi.  Marotta si è mosso prima di tutti, ha chiesto e ottenuto una promessa, una prelazione, anche se a determinare poi saranno i soldi messi sul piatto

IL MESSAGGIO DEL DRAGO - L’Inter vuole Kulusevski,  sei anni dopo porterebbe ad Appiano un altro Dejan dopo Stankovic. Anzi, proprio il “Drago” da poco tornato a lavorare per i nerazzurri, era l’idolo dei Kulusevski, padre e figlio.  L’ex centrocampista dell’Inter del Triplete gli ha fatto pervenire un messaggio: “Pensa solo a giocare a calcio che stai facendo bene. Non ascoltare i paragoni con De Bruyne, costruisci la tua carta d’identità così come stai facendo”.  

DEKI CHIAMA, DEJAN RISPONDE - Qualche attimo di silenzio, un po’ di commozione e stupore, poi le prime parole di Kulusevski subito dopo aver guardato il video: “Chiamerò mio papà per raccontarglielo. Era un gigante, lo guardavano da casa, faceva dei gol bellissimo. Ricordo ancora quello da centrocampo contro lo Schalke”. Dejan Sr. chiama e Dejan Jr. risponde, l’Inter ci spera, lavora per concretizzare quella che in prospettiva sarebbe una grandissima operazione di mercato. Dopo un Dejan che ha scritto la storia ce n’è uno che promette bene, molto bene, e che l’Inter vorrebbe far sbocciare definitivamente nel giardino di casa.