Commenta per primo

 

Finisce l’avventura di Dahlia TV nel mercato televisivo italiano: Telecom Italia Media non ha accettato il piano di salvataggio proposto da Filippo Chiusano, amministratore delegato di Made (azionista di Dahlia) e il rifiuto dell'altro socio, Franco Bernabè («Ti Media non è in condizione di fare ulteriori sacrifici, ha seri problemi, perde ancora in maniera significativa e non può permettersi di fare ulteriori sacrifici»), ha obbligato l'azienda a chiudere le trasmissioni.

Il sito ufficiale dell’emittente svedese ha rilasciato il seguente comunicato: "Dahlia TV ed il suo team sono spiacenti di comunicare che, nonostante tutto l’impegno profuso in questi mesi per offrire il miglior servizio e ricambiare la fiducia accordata dai propri Clienti, si trovano costretti ad interrompere le trasmissioni. Ringraziamo e ci scusiamo con tutti i Clienti e gli appassionati che ci hanno scelto e ci hanno seguito fino ad oggi".

Dahlia Tv non trasmetterà più le partite di Cagliari, Catania, Cesena, Chievo, Lecce, Parma, Sampdoria, Udinese e di tutta la serie B, lasciando senza lavoro 150 dipendenti tra cui 25 giornalisti. Il Torino FC resterà visibile solo sui canali SKY.