52
Il nome di Esteban Andrada è spuntato per il Milan nelle ultime ore. Una voce emersa con forza dall'Argentina, dove il portiere classe '91 del Boca Juniors viene definito un obiettivo serio e concreto dei rossoneri, considerati già a un inizio di trattativa per bloccare Andrada e anticipare la concorrenza di altre società. Un portiere che ha alternato momenti felicissimi ad altri meno convincenti, affidabile sì ma di certo neanche lontanamente al livello di Gigio Donnarumma. E proprio qui si fonda la posizione del club rossonero in merito.


LA POSIZIONE DEL MILAN - Andrada rientra infatti tra i giocatori seguiti in Sudamerica dal corpo scouting, ma di certo non è considerato un obiettivo concreto al momento sul mercato. La priorità totale del Milan è di lavorare sul contratto di Donnarumma con Mino Raiola nei prossimi mesi, per evitare sorprese in vista dell'estate 2021 quando è prevista la scadenza dell'attuale accordo: Elliott vuole sedersi al tavolo ma non c'è ancora l'intesa sulle cifre, già molto alte attualmente al punto da rallentare il dialogo. Di certo, il club rossonero vuole tenere Donnarumma e arrivare al rinnovo; una cessione estiva non può essere esclusa, ma dipenderà dalla conclusione di questa stagione e dall'entità delle offerte; per intenderci, i 20 milioni più Areola del PSG come un anno fa continueranno ad essere rifiutati. Andrada del Boca però oggi non è un'alternativa che fa impazzire il Milan e non è in cima a un'eventuale lista per il dopo-Gigio. Osservato sì, in trattativa no. Con massima priorità all'attuale portiere rossonero, Raiola permettendo.


Ascolta "Dall'Argentina: 'Il Milan tratta Andrada del Boca'. La decisione della dirigenza" su Spreaker.