102
Victor Osimhen fa sognare il Napoli, che ora vede ripagato l'investimento fatto nell'estate del 2020 per strapparlo al Lille. Ma quanto è costato davvero? L'ex presidente del club francese, Gerard Lopez, sostiene che l'affare si sia concluso sulla base di 71,3 milioni di euro più 10 di bonus, per l'attuale numero uno, Olivier Letang, invece è di 68 milioni, di cui garantiti solo una decina di milioni. Ora L'Equipe prova a fare chiarezza e dopo aver consultato contratti e documenti snocciola cifre e dettagli dell'operazione: il Lille avrebbe incassato solo 36 milioni di euro.
LE CIFRE - Il prezzo effettivo dell'affare è di 71,3 milioni di euro come annunciato da Lopez, il nodo riguarda il bonus: è legato alla partecipazione del Napoli ai quarti di Champions League, con quote di 2,5 milioni sui quattro anni del contratto del giocatore; quindi, finora, il Lille non ha incassato nulla di questo bonus. Dai 71,3 milioni, poi, vanno sottratte altre quote, partendo dai 20 milioni che il Lille ha girato al Napoli per quattro giocatori: 5 per Orestis Karnezis, gli altri distribuiti su tre giovani che non hanno mai indossato la maglia del LOSC (Ciro Palmieri, Luigi Liguori e Claudio Manzi: l'attuale presidente ha rescisso i loro contratti). Questo dettaglio dell'operazione, scrive L'Equipe, ha aiutato il Napoli a restare nei limiti del Fair Play Finanziario, permettendo di mettere a bilancio come introiti i suddetti 20 milioni. Continuano le sottrazioni: 3 milioni per indennità di formazione e una percentuale sulla plusvalenza di rivendita, 8,3 milioni, al Charleroi, da cui il Lille aveva comprato Osimhen per 12 milioni nel 2019. 4,5 milioni sono stati fatturati alla banca Ifis per realizzare la transizione finanziaria e altri 6 sono congelati per le commissioni agli agenti, ma su questa cifra la dirigenza francese vuole vederci più chiaro. Restano così 36 milioni finali, che hanno permesso comunque al Lille di emergere dalle grosse difficoltà finanziarie in cui versava nell'estate del 2020.