27
Continua il tormentone legato a Cristiano Ronaldo; dopo la notizia del suo desiderio di voler lasciare il Manchester United e l'assenza al primo giorno di ritiro per "motivi familiari", si aggiunge una nuova pagina di questa storia. Come riporta il quotidiano spagnolo AS infatti, il procuratore del Portoghese, Jorge Mendes, è a colloquio con Joan Laporta, presidente del Barcellona. Tra i temi affrontati c'è anche se non soprattutto quello legato a CR7. Un'idea pazza, difficile da credere ma che il club catalano vuole provare rendere possibile. Anche perché la volontà di Cristiano di terminare dopo un solo anno la sua seconda avventura a Manchester è chiara. L'ex Juve vuole partecipare alla Champions League e farlo da protagonista, possibilità reale se si trasferisse a Barcellona.

L'ALTRA OPPORTUNITÁ - Non solo i Blaugrana, tra i club che Ronaldo sta valutando come opzioni più che valide c'è anche il Chelsea. I Blues, come raccontato oggi da calciomercato.com, hanno già avuto contatti con l'entourage del 37enne di Madeira. La nuova proprietà infatti vorrebbe presentarsi con il botto e chi meglio del cinque volte pallone d'oro. Sia Barcellona che Chelsea dovranno però prima di tutto fare i conti anche con lo United, che al momento non ha nessuna intenzione di cedere il giocatore, il cui contratto scadrà tra un anno.
NON SOLO CR7 - Nell'incontro tra Mendes e Laporta, sul tavolo non c'era solo il nome di Ronaldo ma anche quelli di Bernardo Silva, Ruben Neves e Rafael Leao. Come raccontato da AS, in particolare è il fantasista del Manchester City su cui il club spagnolo vorrebbe concentrare parte delle risorse per il mercato. Senza dimenticare Robert Lewandowski, su cui il Bayern Monaco continua a fare muro e che potrebbe spingere la squadra di Xavi a tentare davvero la pista Cristiano Ronaldo. Chissà cosa ne pensano a Madrid di questa possibilità dopo i nove anni passati con i Blancos e i 18 gol che CR7 ha realizzato nell'eterna sfida tra Barcellona e Real Madrid.