224
Le intuizioni di Stefano Pioli hanno permesso al Milan di vincere una partita tanto fondamentale quanto complicata come quella sul campo del Verona. Rade Krunic dal 1’ per dare rapidità e sostanza tra le linee, Sandro Tonali più avanzato per sorprendere Igor Tudor: due accorgimenti tattici che certificano la crescita di un allenatore deciso a scrivere un pezzo di storia del club rossonero. E proprio il numero 8 rossonero lo ha ripagato con una doppietta d’autore ( e un altro gol inzaghesco gli è stato annullato per una questione di millimetri). 
TOP PLAYER - "Essere milanista in sere così è un vantaggio”. Parole e musica di Tonali a fine partita. Le critiche ingenerose che gli erano state riservate da una parte del tifo rossonero nella scorsa stagione non hanno scalfito minimamente le sue convinzioni e il suo amore per la maglia. Anzi, paradossalmente hanno fatto si che diventassero sempre più solide con il passare delle settimane. Nel giorno del suo ventiduesimo compleanno si è regalato una notte da favola che lo eleva a top player della rosa e del campionato. E’ il centrocampista più giovane con almeno cinque gol all’attivo in questa serie A (considerando tutti i giocatori solo Hickey  del Bologna è più giovane). Ora Sandro vuole chiudere il lavoro iniziato da quel gol su punizione con il Cagliari, poi arriverà il momento di raccogliere i frutti di quanto seminato. Non ne ha mai fatto una questione di soldi, ha accettato di ridursi l’ingaggio pur di favorire il riscatto dal Brescia. Ma a fine stagione Massara e Maldini incontreranno i suoi agenti per allungare di un anno il contratto con un sostanziose adeguamento salariale.