3
Il Monza festeggia la prima storica promozione in Serie A dopo la vittoria, da mille emozioni, con il  Pisa. Tra gli uomini copertina una menzione speciale la merita Dany Mota. L’attaccante portoghese  ha messo a segno 12 gol e 5 assist in 32 presenze, oltre ad una quantità infinita di giocate da top  player, trascinando i suoi a questa storica promozione.  

DALLA LEGA PRO ALLA SERIE A - Dany Mota muove i primi passi in Italia alla Virtus Entella, dove ancora minorenne mette a segno la  sua prima rete, nel triennio 2015-2018. Nel gennaio 2018 passa in prestito alla primavera del  Sassuolo, dove si mette in mostra con 13 reti in 18 partite ma soprattutto, giocando un Torneo di  Viareggio straordinario, con 5 gol in 4 partite. Questi numeri gli valgono il richiamo dell’Entella,  nel frattempo retrocesso in Lega Pro, quindi costretto a ricostruire. Lì Dany si scatena, 12 reti e  promozione in Serie B conquistata, ma solo per pochissimo; questo perché l’attaccante passa alla  Juventus che lo inserisce nella formazione Under 23, con ritorno, quindi, in terza serie. È un’altra  stagione esaltante in Lega Pro, 7 reti in 20 presenze, e prime convocazioni in U21 portoghese, dove  condivide lo spogliatoio con giocatori del calibro di Leao. Nel gennaio del 2020 ecco il passaggio  al Monza di Berlusconi, che lo rende subito centro del progetto. Promozione in serie B e poi 2  stagioni esaltanti tra i cadetti, con 19 reti complessive e la tanto desiderata promozione in serie A. 
TRA SOGNI E FUTURO - Dopo aver fatto ammirare le sue qualità nelle categorie inferiori del calcio italiano ora Dany Mota è  atteso al grande salto. Finalmente la serie A, conquistata sul campo con gol e prestazioni da top. Il  Monza sogna in grande, il presidente Berlusconi ha promesso rinforzi per puntare fin da subito alle  posizioni europee. La concorrenza aumenterà di sicuro, ma viste le qualità che ha dimostrato il  portoghese, non troverà difficoltà ad ambientarsi subito alla nuova categoria. Una stagione esaltante  in serie A potrebbe contribuire ad aprirgli le porte della Nazionale Portoghese, coronando il sogno  di giocare in una delle nazionali migliori al mondo. Ora tocca a lui: futuro e qualità sono tutte dalla  sua parte.