249
Parliamoci chiaro, può andare peggio di così? Riserva nel Milan, riserva nel Belgio che lo fa entrare nel finale nelle prime due partite e non si affida a lui nell'ultima, decisiva caporetto. Charles De Ketelaere ha concluso così la sua personalissima seconda parte di 2022, che gli ha visto mettere a referto la miseria di un assist alla primissima in casa. Poi, più nulla, Ora il ritorno al Milan e alla corte di Pioli, che avrà come missione quella di svoltare con l'arrivo dell'anno nuovo. Di certo, De Ketelaere ha toccato il fondo e le cose sono due: o ci rimane, o risale. 

4 MESI DA INCUBO - Dal 1 agosto al 1 dicembre, quattro mesi al Milan dopo una trattativa estenuante che lo hanno caricato di pressioni e a volte anche di epiteti ingenerosi. Lui ci mette del suo, sembra quasi schiacciato dal peso del prezzo del suo cartellino. E nel frattempo, un altro che in Qatar ha fallito, il danese Skov Olsen, segna e si diverte nel Bruges, sua vecchia casa.

RINCALZO - Serve un gol, o comunque un episodio che permetta di svoltare: in questo senso la Coppa Italia da giocare agli ottavi contro il Torino può dare una mano. Perché il Napoli va, e Pioli difficilmente potrà permettersi di schierare le seconde linee in altri contesti. Perché di questo, ormai, parliamo nel riferirci a CDK, nelle fila del Diavolo e in quelle dei Diavoli Rossi: una riserva.