Commenta per primo

Intervistato da France Football Matthijs De Ligt, fresco vincitore del Premio Kopa, ha dichiarato: "Se non fossi diventato un calciatore sarei diventato un agente per provare a battere Mino Raiola (ride, ndr). O avrei cercato di reclutarlo. Scherzi a parte non ho mai pensato a cosa avrei potuto fare. Ero ossessionato dall'idea di diventare un calciatore. I miei genitori erano d'accordo ma prima dovevo finire gli studi. Cosa che ho fatto. Dicono che sarei diventato sicuramente un businessman".
 
Intervistato da France Football Matthijs de Ligt, fresco vincitore del Premio Kopa, ha dichiarato: "Se non fossi diventato un calciatore sarei diventato un agente per provare a battere Mino Raiola (ride, ndr). O avrei cercato di reclutarlo. Scherzi a parte non ho mai pensato a cosa avrei potuto fare. Ero ossessionato dall'idea di diventare un calciatore. I miei genitori erano d'accordo ma prima dovevo finire gli studi. Cosa che ho fatto. Dicono che sarei diventato sicuramente un businessman".
 

Intervistato da France Football Matthijs de Ligt, fresco vincitore del Premio Kopa, ha dichiarato: "Se non fossi diventato un calciatore sarei diventato un agente per provare a battere Mino Raiola (ride, ndr). O avrei cercato di reclutarlo. Scherzi a parte non ho mai pensato a cosa avrei potuto fare. Ero ossessionato dall'idea di diventare un calciatore. I miei genitori erano d'accordo ma prima dovevo finire gli studi. Cosa che ho fatto. Dicono che sarei diventato sicuramente un businessman".

 

Intervistato da France Football Matthijs de Ligt, fresco vincitore del Premio Kopa, ha dichiarato: "Se non fossi diventato un calciatore sarei diventato un agente per provare a battere Mino Raiola (ride, ndr). O avrei cercato di reclutarlo. Scherzi a parte non ho mai pensato a cosa avrei potuto fare. Ero ossessionato dall'idea di diventare un calciatore. I miei genitori erano d'accordo ma prima dovevo finire gli studi. Cosa che ho fatto. Dicono che sarei diventato sicuramente un businessman".

 

Intervistato da France Football Matthijs de Ligt, fresco vincitore del Premio Kopa, ha dichiarato: "Se non fossi diventato un calciatore sarei diventato un agente per provare a battere Mino Raiola (ride, ndr). O avrei cercato di reclutarlo. Scherzi a parte non ho mai pensato a cosa avrei potuto fare. Ero ossessionato dall'idea di diventare un calciatore. I miei genitori erano d'accordo ma prima dovevo finire gli studi. Cosa che ho fatto. Dicono che sarei diventato sicuramente un businessman".