Era l'estate del 2015 quando un blitz di Cristiano Giuntoli consegnava al Napoli il suo centrocampista migliore. Quei 12 milioni più Duvan Zapata e Britos per Allan sono ancora oggi considerati uno dei capolavori di De Laurentiis, ma l'asse con l'Udinese ha sempre portato tante operazioni. Non a caso, la dirigenza azzurra sta seguendo da vicino Rodrigo De Paul, fantasista classe '94 che dopo una prima stagione di ambientamento senza grossi sussulti sta vivendo un inizio di annata fantastico nella nuova Udinese di Velazquez.

RADAR ACCESI - Già vicino alla Fiorentina in estate, l'argentino scuola Racing di Avellaneda ha scelto di rimanere a Udine per ritrovare i livelli mostrati in Sudamerica. Mossa azzeccata: già 4 gol segnati in 6 partite, assist pregevoli e una sensazione di leadership che un anno fa non si era mai vista. Questo è il vero De Paul; il Napoli lo sta monitorando con il ds Giuntoli che lo considera un jolly perfetto per Ancelotti e il suo calcio camaleontico. Non c'è ancora alcuna offerta o trattativa, il Napoli è una delle squadre in fila per De Paul con la famiglia Pozzo che non fa sconti, come sempre; valutato già 20 milioni, l'argentino a gennaio rimarrà certamente in Friuli prima di ascoltare proposte nella prossima estate. Dalla Premier alla Liga, in molti hanno sondato l'entourage di De Paul. Ma il Napoli è vigile, attento, l'asse con Udine potrebbe portare un Allan-bis...