Il centrocampista della Roma Daniele De Rossi ha ricevuto il Tapiro d'oro dall'inviato di "Striscia la notizia" Valerio Staffelli ed è tornato sulla scelta del club di non rinnovargli il contratto in scadenza: "Tra poco dovrei sapere dove continuerò e vedremo se potrò dare molto o poco. Se ci sono rimasto male? Un pochino sì. E' il nostro lavoro, ci sono persone che giocano a pallone e quelle che prendono decisioni. E chi ha preso la decisione, ha deciso questo. Come dirigente probabilmente, se avessi voluto, mi avrebbero fatto rimanere, ma io vorrei provare ancora a giocare a calcio...".

LA PROTESTA - E l'amarezza di De Rossi è quella dei tifosi della Roma, che domani pomeriggio parteciperanno a un sit-in davanti alla sede della società, in zona Eur. Ecco il testo del comunicato diffuso dalla Curva Sud: "ORA BASTA! DDR è stato solo l'ultimo di una lunga serie di comportamenti poco chiari nei confronti di chi ama questi colori. Non possiamo stare a guardare inermi la cancellazione dei nostri valori, dei nostri punti fermi, delle nostre certezze. Ora basta, i Romanisti scenderanno in piazza e si faranno sentire con un sit-in che si terra' domani, venerdi 17 a piazza Guglielmo Marconi alle ore 15.0 0, di fronte la sede amministrativa dell'"azienda" As Roma. Questo e un invito a chiunque si senta tradito nell'animo, a chiunque ritenga giusto mostrare il suo disappunto, come lo ritengono giusto i ragazzi della Curva Sud perché la Roma è un bene comune, ma sopratutto la Roma è del suo popolo. Per questo chiediamo rispetto ed è per questo che non devi far mancare la tua presenza.

L'AS ROMA APPARTIENE A NOI".