22
Dopo il debutto assoluto, con gol, nella gara di coppa contro l'Almagro, Daniele De Rossi corona il sogno di scendere in campo nella mitica Bombonera, con la maglia del Boca Juniors indosso. Avversario l'Aldosivi, superato dagli Xeneizes per 2-0 con le reti di Tevez e Salvio. Per il centrocampista ex Roma 90 minuti in campo e subito la consueta leadership e ordine tattico.

LA PARTITA - Terza giornata di campionato, Bombonera strapiena, il tecnico Alfaro lo schiera dal 1', affidandogli le chiedi della mediana. Accoglienza calorosa da parte dei tifosi, che lo hanne già elevato a beniamino assoluto. Sugli spalti anche uni striscione familiare: "DDR Core de Roma". La partita ha poca storia: la sblocca al 34' l'ex Juve Carlos Tevez con un tap-in vincente da pochi passi sugli sviluppi di un cross dalla destra, chiude i conti Salvio al 78'. Nel mezzo c'è spazio anche per un'altra vecchia conoscenza della Serie A, Mauro Zarate. Finisce 2-0, Aldosivi battuto, Boca secondo a pari merito con gli eterni rivali del River, a due lunghezze dall'Arsenal Sarandi.

RITI PROPIZIATORI E REGALI - Era la prima alla Bombonera, ma De Rossi è già perfettamente calato nella realtà Xeneizes. Al fischio finale, come riferito da Ole, tra l'entusiasmo dei tifosi, l'ex Roma ha salutato uno a uno tutti i compagni di squadra. Non solo: c'è stata anche una breve chiacchierata con Antonio Obrador, detto El Busca, figura storica, fisioterapista e fotografo del Boca. Un dialogo e poi una carezza sulla fronte, così come imposto dal rituale consolidato negli anni. A fine partita, uscendo dallo stadio, il classe '83 ha mostrato ai giornalisti presenti in mixed zone un disegno, regalatogli dai tifosi, che lo ritrae in azul y oro. De Rossi in campo alla Bombonera, con la maglia del Boca: i sogni si realizzano.